Pizzeria Betra Salerno

Ventura rilancia Jallow: “Punto su di lui”

Il tecnico alla vigilia di Chievo Verona-Salernitana: "Gara delicatissima, Chievo ha lasciato tanti punti anche quando dominava".

“Dobbiamo capire cosa vogliamo”, comincia così la conferenza stampa alla vigilia di Chievo Verona-Salernitana il tecnico granata Gian Piero Ventura. Nel ventre dell’Arechi il tecnico ha parlato di diversi aspetti, dal campo a quelli mentali in vista del match di domani.
“Sarà importante capire che tipo di approccio ci sarà, cosa siamo in grado di fare contro una squadre forte, sia fisicamente che tatticamente, le motivazioni dovranno essere le stesse di domenica scorsa”. Ha proseguito il tecnico: “Ogni giornata la squadra che incontri ha un valore relativo, conta quello che sei tu, cosa fai, abbiamo visto con Cittadella e Spezia, e poi Benevento o simili, vogliamo parlare di mentalità”.

“Dobbiamo trovare l’abitudine a stare sul pezzo, prepararsi. Ritorno a Verona? Per me rappresenta solo una partita difficile per noi, nient’altro, ci sono andato per il rapporto che avevo con Campedelli, è andata come è andata ma la mia stima per il Chievo e per il patron rimane immutata. Ho visto qualche partita del Chievo e ha lasciato punti dominando, quindi parliamo di una gara estremamente delicata”.

“Adesso andiamo contro una serie di partite particolari, giochiamo spesso, ci saranno dei cambiamenti e dobbiamo dare tempo di recuperare ai calciatori, c’è qualcuno con la spia rossa, chi ha tirato di più, ruoteremo sicuramente i giocatori, è chiaro che ci sono giocatori che hanno caratteristiche particolari e sarà difficile, questo è però un gruppo che ha lavorato in simbiosi. Faccio l’esempio di Heurtaux, Curcio, non avendo i 90 minuti hanno difficoltà, Heurtaux ha un fastidio all’inguine e quindi per precauzione non è stato convocato”.

“Jallow? Ha lavorato per migliorarsi, oggi mastica un calcio a cui non era abituato, gli devo fare i complimenti, è vero che non ha giocato in questo ultimo periodo ma se non è oggi sarà domani, se prima contavo su di lui adesso ci conto anche di più”.

“Noi proviamo sempre per cambiare modulo ogni momento, anche in base alle caratteristiche dei calciatori che abbiamo”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.