Pizzeria Betra Salerno

Ventura: “La squadra ha l’obiettivo di vincere e diventare protagonista”

“Tifoseria granata portavoce di questa città. Braglia? Massimo rispetto”

Francesco Saggese

Si è tenuta questa mattina presso lo Stadio Arechi di Salerno, la conferenza stampa di mister Ventura in vista di Cosenza-Salernitana che si disputerà domani sera alle ore 21.00 al Gigi Marulla.

Il primo punto toccato dall’allenatore riguarda il calciomercato in casa granata:“Il mercato spero non sia chiuso, dovevano venire due o tre rinforzi da poter ampliare la rosa, posso dire che uno è venuto, ma attenderemo fino alla chiusura di questo calciomercato – in merito al reparto difensivo aggiunge – cercavamo due calciatori, uno di prospettiva e uno di sostanza, senza nulla togliere ai ragazzi che stanno lavorando bene, che se dovessero arrivare saremo felici di accoglierlo, ad ogni modo io rimango dell’idea che siamo partiti da condizioni piuttosto difficili, dalla disperazione ambientale, alle difficoltà sul livello di rosa, e mi rendo conto ad oggi che la Salernitana può godere di un gruppo che lavora con grande serietà, competitivo su tanti punti di vista e con l’obiettivo di vincere per diventare protagonista. Credo che oggi abbia molto più senso dare sostanza, e mi ritengo assolutamente soddisfatto per come i giocatori stanno lavorando”.

Riguardo il modulo di gioco: “Partiremo più o meno come siamo partiti dall’ultima volta, e inizialmente partiremo con Djuric – sulla scelta preferita a Calaiò aggiunge – Sono due giocatore completamente diversi, Djuric ha lavorato tantissimo, senza nulla togliere a Calaiò, ma è giusto dargli la possibilità per il lavoro svolto”.

“Riguardo il centrocampo, stiamo lavorando per migliorare, e quando ci saranno altri giocatori come Cerci vedremo come sarà, ma ad oggi ripeto abbiamo una struttura da portare avanti, da circa 30/35 giorni stiamo prendendo coscienza, e ripeto che la scorsa partita abbiamo giocato bene ma eravamo comunque al 60%, se solo maturassimo quel 10% in più sarebbe l’ideale, soprattutto perché con il Pescara abbiamo fatto una buona partita e se riuscissimo a giocare sulla falsa riga di sabato, potremmo raggiungere buoni risultati, soprattutto perché la squadra è consapevole del forte margine di crescita”.

Sui tifosi aggiunge: “Ringrazio in anticipo la tifoseria per la forte fiducia che sta dando a questa squadra, perché loro sono i portavoce di questa realtà”.

Sull’allenatore avversario aggiunge: “Braglia è un allenatore che ho incontrato poche volte, ma è uno dei più difficili da incontrare perché è un grande motivatore e sa fare il suo lavoro, credo abbia vinto 5 o 6 campionati di seguito, e per lui ho grande rispetto”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.