Pizzeria Betra Salerno

Ventura alla Gazzetta: “In Serie A? Chi vuole può”

Intervista al tecnico granata sulle pagine della Rosea, trattato il "caso Salerno" con la multiproprietà, non ci sono altre strade: "In caso di promozione Lotito dovrà vendere il club"

Un a “tu per tu” speciale per la Rosea, il quotidiano sportivo nazionale ha pubblicato una intervista con il tecnico granata Gian Piero Ventura. Diversi passaggi sullo stato d’animo dell’ex Ct della Nazionale dopo la disfatta azzurra, il primo dei punti toccati è forse quello più caldo: la serie A con la Salernitana, operazione possibile? Ventura non si è sbilanciato: “La classifica la guardiamo a fine marzo. Siamo cresciuti molto e siamo lì, sapendo che bastano due vittorie o due pari a cambiarti la vita”. E poi una chiosa finale: “Nel calcio, se uno vuole, può”. E poi la domanda sull’aspetto emotivo centrando la promozione: “Andare in Serie A sarebbe un’accelerata esponenziale per il percorso di questa squadra”. Una breve anche sul perchè è ripartito da Salerno: “Lotito mi ha chiesto una mano a ricostruire, dopo il playout, in un ambiente ostile. Lo stimo e ho accettato. E a titolo quasi gratuito. I tifosi ce l’hanno con la società, ma la cosa ricade su di noi ed è un po’ un autogol. Lotito oggi è sereno grazie alla Lazio e sono felice per lui. Questa piazza merita soddisfazioni”. Un “tracciato” anche su Alessio Cerci: “Se non ha più infortuni e disavventure, senza ansie, può ancora farci vincere, magari le ultime 5 partite.

E nel taglio basso viene trattato anche il “caso Salerno” riguardante la multiproprietà, granata “già in un regime di deroga o concessione, come viene definito nell’articolo a firma di Valerio Piccioni. “In caso di promozione Lotito dovrà vendere il club”. E viene indicato il tempo imposto dalla norma delle Noif, ovvero i 30 giorni utili per effettuare il tutto ma questo, sì, è tutt’altro campo.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.