Taste - Sapori mediterranei

Da Valva a Silvi, salernitani e abbruzzesi distrutti dal dolore per Stefano

Questo pomeriggio si sono svolti i funerali per il 28enne, tanti cittadini dalla provincia di Salerno con il sindaco di Valva Vito Falcone

Un dolore che taglia l’Italia in due, che unisce nella tragedia due realtà distanti poco più di 300 chilometri. Sono tanti i cittadini salernitani di Valva che conoscevano la famiglia Feniello, sono partiti per Silvi, quattro ore di viaggio per raggiungere la chiesa di Santa Maria Assunta dove si sono svolti i funerali di Stefano. In quella che è definita come la “perla dell’Adriatico” solo le campane della chiesa hanno rotto il silenzio. In Abruzzo, come detto, anche il sindaco di Valva Vito Falcone che ha indetto il lutto cittadino nella giornata del funerale del 28enne. Stefano viveva dal 2002 in provincia di Teramo con la madre e il papà Alessio, tornava spesso e volentieri a Valva durante le vacanze, il giovane era molto conosciuto in paese. Ora il dolore è grande, almeno quanto la rabbia, il pensiero sulle tante “ombre” che ancora circolano sulla tragedia, le perplessità mostrate e dichiarate dal papà di Stefano. Oggi però c’è solo spazio per le lacrime.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.