Taste - Sapori Mediterranei

Vallo della Lucania, sedicenne violentata durante una festa

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, la ragazza è stata trascinata da un 19enne del posto dietro un cespuglio, lì si è consumata la violenza

Federica D'Ambro

L’ennesima violenza ai danni di una ragazza di 16 anni è accaduta nella notte tra lunedì e martedì a Pattano, una piccola frazione di Vallo della Lucania. La giovane è stata violentata e lasciata in strada dopo una festa a casa di amici. Il presunto stupratore è un ragazzo del posto di 19 anni, insospettabile, è stato bloccato dai carabinieri subito dopo l’accaduto ma, per scelta della procura, non è stato arrestato. È stato denunciato a piede libero, ma non sono esclusi risvolti giudiziari nelle prossime ore. A rivelarlo il quotidiano La Città.
Secondo la ricostruzione degli inquirenti la ragazza era fuori dall’abitazione con delle amiche, poco dopo essere rimasta sola, è stata avvicinata dal 19enne che l’ha costretta con la forza ad allontanarsi dal gruppo. Momenti di panico per la 16enne che non è riuscita a scappare via, è stata violentata tra i cespugli.
Subito dopo la chiamata ai genitori e ai carabinieri. La ragazza è stata accompagnata all’ospedale “San Luca” mentre i carabinieri hanno bloccato il 19enne che stava tornando sul luogo dello stupro.
I medici hanno effettuato gli accertamenti di rito e confermato la violenza subita dalla 16enne.
Il giovane 19enne è stato interrogato in caserma, da subito ha prima negato tutto, poi ha ammesso di aver avuto un rapporto sessuale con la ragazza ma sostenendo che lei aveva espresso il desiderio di stare con lui.

Ora la ricostruzione dell’accaduto è sulla scrivania del pm Ivana Niglio e del procuratore capo Giancarlo Grippo.
I genitori della ragazza chiedono che sia fatta giustizia.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.