Taste - Sapori Mediterranei

Uscita bambini con genitori, decisione del Ministero bocciata dai pediatri: “Mossa sciagurata”

Tanti pediatri si scagliano contro la circolare del Viminale, ieri la presa di posizione di De Luca: "In Campania non è cosi, non si esce".

Una comunicazione definita “scellerata”, espressione che emerge da tanti pediatri e specialisti in merito all’ultima decisione del Ministero degli Interni sulla concessione dell’uscita dei bambini, particolare con nette condizioni inserite nella circolare firmata dal capo di gabinetto del Ministro dell’Interno. I “medici dei piccoli” si scagliano contro la decisione presa dal Viminale, nonostante le limitazioni messe in atto. Sono infatti quattro le condizioni che consentono l’uscita dei bimbi dalle abitazioni: che siano minorenni, che sia presente solo un genitore, che si rimanga in prossimità della propria abitazione e che si rispetti il divieto generale di assembramento mantenendo come sempre le distanze di sicurezza minime da altre persone. “Non bastano” queste condizioni per molti pediatri che considerano incomprensibile la scelta presa, la paura che passi un messaggio sbagliato, così come paventato dallo stesso presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nella serata di ieri. Il governatore, infatti, ha ribadito che per quanto riguarda le norme in Campania resta il divieto assoluto di uscita se non per motivazioni indispensabili e legate alla necessità.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.