No Signal Service

Un salernitano, una giffonese e una barese vincono la prima edizione di Palco d’Autore

La musica e le parole sono state le vere protagoniste ieri sera all’Arena del Mare di Salerno, per la prima edizione di “Palco d’Autore”, il contest Nazionale dedicato agli Autori, Cantautori ed Interpreti, ideato da Tino Coppola ed è organizzato dalla Bit & Sound Music con il Patrocinio del Comune di Salerno.

evento asalerno post
La musica e le parole sono state le vere protagoniste ieri sera all’Arena del Mare di Salerno, per la prima edizione di “Palco d’Autore”, il contest Nazionale dedicato agli Autori, Cantautori ed Interpreti, ideato da Tino Coppola ed è organizzato dalla Bit & Sound Music con il Patrocinio del Comune di Salerno. La musica e le parole protagoniste come quelle della cantautrice Alfina Scorza che con la sua band ha chiuso la serata, offrendo un mini concerto che ha regalato brividi ed emozioni. La musica e le parole dei Segni Distintivi, il duo di poliziotti/cantautori (Angelo Forni e Fabio Sgrò), che hanno prima fatto riflettere con il loro brano “La Pagella”, dedicato al bambino migrante morto in mare, e poi ballare (da posto) il pubblico con “Costarica”, la musica e le parole di Pino Daniele reinterpretato dal tenore Antonio Palumbo, che accompagnato alla chitarra acustica da Massimiliano D’Alessandro, ha proposto una versione originalissima di “Terra Mia”.

La musica e le parole di Matteo Saggese e Gianni Mauro dei Pandemonium, che hanno ricevuto dalle mani dall’assessore Antonia Willburger il premio alla carriera, ma che prima si sono raccontati e poi a sorpresa hanno duettato insieme. Sì, perché a Palco d’Autore è successo anche questo, Gianni Mauro ha chiesto di poter eseguire il suo brano “Canto Malinconico” e Matteo Saggese si è offerto di accompagnarlo alla tastiera, assieme a Pasquale Curcio (chitarra) e Pietro Giordano (violino). Ma veri protagonisti della serata sono stati i 15 cantautori, autori e interpreti che erano stati selezionati per la finale nazionale del contest. 15 artisti provenienti da tutt’Italia che, con la loro musica e le loro parole si sono esibiti per conquistare la vittoria finale.

Il primo a salire sul palco è stato Manuel Galardo di Napoli che ha cantato “Mare e cielo sei”, a seguire Rita Pia Papa di Salerno con “Solo un’ora fa”, terzo artista in gara Paolo Propoli di Sorrento col brano “Addo’ c’è sta ‘o mare”, quarta Carmela Galluzzo di Sarno con “Ritrovarsi Ancora”, quinto Frate Massimo Poppiti di Salerno con “Un’incantevole avventura”, e poi ancora Shuamy di Napoli con “Cosa c’è”, Mauro Tummolo di Lavello (Potenza) con “Certe promesse”, Andrea Brunini di Lucca con “Isole di plastica”, Cedro di Bari con “Lontani”, Roberta Guido di Giffoni Valle Piana con “L’arché”, Christian Frosio di Bergamo con “Distante”, Massimo Sorgente di Salerno con “Il sole caldo di Brasil”, Grazy di Siracusa con “Un particolare”, Rocco Scarano di Salerno con “A piedi scalzi”, e ultimo Enrico Marino di Salerno con “Giudizi universali” (Bersani). A decretare i vincitori la giuria d’esperti che alla fine ha premiato al terzo posto il barese Cedro, al secondo posto la giffonese Roberta Guido e al primo posto il salernitano Rocco Scarano. Applausi per tutti i partecipanti e per il presentatore Claudio Gambaro di Radio Sanremo e appuntamento all’edizione del 2021.

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.