Assistenza computer salerno e provincia

Un chilo e mezzo di droga, 8 arresti e 250 episodi di spaccio

Smantellata l'organizzazione criminale, i numeri dell’operazione antidroga chiamata ‘Coffee Break’

Federica D'Ambro

Un chilo e mezzo di droga, otto arresti e 250 episodi di spaccio registrati dalle forze dell’ordine. Sono questi i numeri dell’operazione antidroga chiamata ‘Coffee Break’. L’operazione è scattata alle prime luci dell’alba per smantellare un’organizzazione criminale che gestiva lo spaccio nei territori della Piana del Sele e del Vallo di Diano. Precisamente, gli arrestati, gestivano la droga in casolari abbandonati, da Santa Cecilia di Eboli fino nel Vallo del Diano, luogo dove i pusher avevano gli acquirenti migliori. L’operazione è stata gestita dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina, guidati dal capitano Davide Acquaviva.

4196D502-AC00-43EC-BC64-0D3B240033CF

 

Le indagini

Secondo le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Lagonegro, è emerso che il gruppo aveva creato una vera e propria rete di spacciatori che distribuivano la droga – in particolare cocaina, marijuana e hashish – in tutta la Provincia. Gli stupefacenti sequestrati durante l’operazione, a cui hanno preso parte anche il Nucleo Cinofili Carabinieri di Sarno e il 7° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Pontecagnano, corrispondono a 6200 dosi, per un valore complessivo di 62 mila euro.

L’operazione è scaturita dall’arresto lo scorso anno di un marocchino a Teggiano – ha spiegato il Capitano Acquaviva – e da subito ci ha insospettito il fatto che avesse addosso diverse qualità e quantità di droga, segno che non si trattava di uso personale. Le intercettazioni parlavano di ‘prendere un caffè’ e non è stato semplice codificare il linguaggio che è stato scoperto solo nel tempo. L’attività illecita è risultata attuale perchè uno degli arrestati è stato sorpreso in flagranza di reato“.

L’indagine prende il nome dall’escamotage del “prendere il caffè” per parlare a telefono della droga. Iniziata nel 2017 con l’arrestato di un cittadino marocchino residente a Teggiano. Altri uomini, durante quella stessa operazione, finirono agli arresti domiciliari.

Gli arrestati

All’alba di questa mattina le forze dell’ordine hanno tratto in arresto: M.G. 45enne di Teggiano, M.A. 30enne di Atena Lucana, una donna rumena di 44 anni residente a Teggiano e 5 cittadini Marocchini, 2 residenti a Teggiano e 3 ad Eboli. Insieme, formavano un’organizzazione criminale che aveva sotto controllo una fitta rete di spacciatori. Un’organizzazione in piedi da diversi anni e che solo questa notte, è stata smantellata.

 

 

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.