Taste - Sapori mediterranei

Umberto, l’invito del professore: “Vestiti in maniera non carnevalesca”

La risposta degli insegnanti non si è fatta attendere: "Nessun insulto, la nostra è una scuola preistorica"

Federica D'Ambro

Umberto, 15 anni, residente ad Eboli, da tempo ha scelto di vivere una vita diversa dai suoi coetanei. Umberto è nato uomo ma si sente donna, si veste e trucca da tale e da tempo, insieme ad una psicologa, ha iniziato una cura di ormoni. La storia di Umberto ha suscitato interesse per gli atti di bullismo che da tempo subisce. E’ uno studente al primo anno di liceo artistico e non tutti hanno accettato la sua scelta. Molti compagni di altre classi lo insultano e denigrano tramite i social network. Diverse le offese anche sotto casa, nell’ascensore del palazzo e vicino all’auto di famiglia. Umberto nei giorni scorsi ha anche espresso un parere che un ragazzino di 15 anni non dovrebbe neanche pensare: “Voglio farla finita”. Per questo la madre ha allertato le forze dell’ordine, che hanno avviato un’indagine. I reati contestati sono diffamazione e istigazione al suicidio.
La storia, però, raccontata dal quotidiano Il Mattino non si ferma ai minori del liceo che ingiuriano la figura di Umberto. Il 15enne è stato insultato anche da un professore, invitandolo a vestirsi in maniera “non carnevalesca”.

La risposta degli altri docenti non è tardata ad arrivare.
“Non siamo una scuola preistorica. In questo istituto ci sono due trans che vengono trattati senza discriminazioni. Se Umberto ha subito quell’insulto sull’abbigliamento carnevalesco deve fare il nome del professore che lo ha offeso. Questa vicenda è stata montata ad arte da Rebecca. Il trans del Grande Fratello cercava visibilità ed è riuscito ad ottenerla con la storia di Umberto”.
Incalzano i professori dell’istituto che puntano il dito verso Rebecca, un giovane noto per aver preso parte ad un programma tv e che nei giorni scorsi ha preso le difese di Umberto.

“Abbiamo chiesto a tutti gli alunni di indossare un abbigliamento sobrio – spiegano le insegnanti Giuseppina Valentini e Angela Lamonica- il nostro invito è rivolto anche agli studenti che vengono a scuola in pantaloncini”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.