Taste - Sapori Mediterranei

Albano della Uil su Ruggi: “Bene le liste d’attesa ma c’è bisogno di dividere l’offerta”

A lanciare la proposta alla direzione generale del Ruggi è Raffaele Albano della Uil medici

Federica D'Ambro

“Va bene l’aggiornamento delle liste d’attesa, ma ora c’è bisogno di dividere l’offerta per linee di attività”. A lanciare la proposta alla direzione generale del Ruggi è Raffaele Albano della Uil medici, nel corso del consiglio territoriale della Funzione pubblica della sigla confederale, durante il quale si è parlato di riforma del pubblico impiego e delle vertenze azienda ospedaliera, Asl e gruppo Silba.

L’azienda ospedaliera ha pubblicato sul nuovo sito la rilevazione dei tempi stimati per una visita ambulatoriale. Si va dai 6 mesi per una visita pneumologica, ai cinque mesi per una colonscopia, così come per una biopsia all’intestino crasso, per alcune visite dermatologiche e per la prova da sforzo. Come evidenziato sul quotidiano Il Mattino.

“La direzione generale ha già centrato 2 obiettivi, la trasparenza, con la pubblicazione, e la richiesta di deroga alla Regione per cercare di integrare i servizi dei presidi e rispondere anche alle liste d’attesa – dice Raffaele Albano – C’è da fare, a questo punto, uno sforzo ulteriore. A parità di risorse potremmo introdurre elementi di efficienza nel sistema, che li realizzeremo quando all’interno delle categorie introdurremo le linee di attività, in modo tale da valorizzare tutte le professionalità che ci sono e sedimentare la domanda, trovando una risposta anche al fatto che siamo un ospedale della comunità, di conseguenza abbiamo anche una richiesta di prestazioni di primo livello. Per farlo dovremo superare le rigidità nel valorizzare i collaboratori d parte di universitari e primari”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.