Pizzeria Betra Salerno

Tutti vogliono la Salernitana

La panchina di Menichini fa gola a molti allenatori. Intanto Lotito non si sbilancia

Roberta Sironi

La promozione in serie B ha posto la Salernitana al centro dell’attenzione di sempre più numerosi allenatori e calciatori. In molti, infatti, farebbero carte false pur di approdare in granata. La squadra cara ai patron Lotito e Mezzaroma fa gola a chi fa del calcio il suo principale interesse, per molteplici motivi. In primis, perchè c’è alla base una società solida ed ambiziosa, e poi perchè quella di Salerno è sempre stata tra le piazze più calde ed importanti d’Italia dal punto di vista calcistico. E così, mentre da una parte continua a far rumore il silenzio di Claudio Lotito, che non ha ancora fatto chiarezza riguardo al futuro tecnico della compagine granata, aumenta sempre più il numero di allenatori senza panchina che lanciano messaggi ammiccanti alla dirigenza. E’ il caso, ad esempio, di Walter Novellino. “Sarebbe un onore per me essere contattato dalla Salernitana- ha dichiarato l’ex trainer del Modena, contattato telefonicamente- Otretutto ho già allenato a Napoli e so cosa vuol dire lavorare in una piazza del sud, calda, passionale e con una pressione ambientale altissima. Si, per me sarebbe davvero stimolante allenare a Salerno”. Un altro allenatore che sogna il granata da tempo è l’ex Taranto e Reggina Davide Dionigi. “Verrei di corsa a Salerno- ha dichiarato- Una piazza importantissima, con una tifoseria tra le migliori in Italia ed una società sana, ambiziosa, competente”. Anche il salernitano genovese d’adozione, Torrente, da lontano strizza l’occhio ai granata. “Non sono stato contattato da nessun dirigente della Salernitana ma non nascondo che se accadesse ne sarei lusingato. Per un allenatore una piazza come Salerno è il massimo”. La lista di pretendenti continua. Intanto, però, al momento la Salernitana un allenatore già ce l’ha ed è Menichini. Forte di un contratto che si è rinnovato automaticamente al conseguimento della promozione, il trainer di Ponsacco attende sereno una chiamata dalla dirigenza per conoscere i prossimi programmi. A stonare però è l’incertezza della società, accompagnata da un silenzio che non smentisce nè conferma se il contratto con Menichini verrà rispettato o rescisso. I massimi vertici del sodalizio granata non si sono ancora riuniti per prendere una decisione in merito. Il summit atteso da tempo ancora non si è tenuto e probabilmente bisognerà aspettare la prossima settimana prima che qualcosa inizi a muoversi.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.