Taste - Sapori Mediterranei

Trovato dall’Enpa pitone senza vita a Pastena, è caccia al proprietario – LE FOTO

Serpente tra i rifiuti abbandonato nella zona orientale, in corso le indagini per scoprire chi ha lasciato lì l'animale, altri animali soccorsi e salvati dall'Enpa - FOTO

Nei giorni scorsi i volontari e le guardie del Nucleo di Salerno dell’Enpa della protezione animali ha trovato a Pastena tra i rifiuti un pitone senza vita. Il serpente probabilmente è morto per il freddo di questi giorni, oppure era già morto quando è stato abbandonato nella zona orientale della città.  Intanto si indaga per provare a risalire al proprietario dell’animale, analizzando anche il corpo del pitone per vedere se avesse il chip per rintracciare chi lo ha abbandonato, allo stesso tempo sotto indagine i sacchetti della spazzatura dove è stato trovato il serpente.

Continuano i recuperi di animali selvatici in difficoltà nella provincia di Salerno. Tutti gli animali hanno un comune denominatore, riportano danni provocati direttamente o indirettamente dall’uomo. La Poiana e il Gheppio riportano ferite da arma da fuoco, il Luì piccolo; il Gabbiano e il Tordo hanno impattato contro auto  o strutture. Oltre alla fauna selvatica, ci sono state due segnalazioni di diverso tipo, un Pavone recuperato in strada e un Pitone abbandonato nell’immondizia nel quartiere Pastena. Il Pavone è stato affidato ad un’animalista di Salerno, per il Pitone non c’è stato molto da fare, l’animale è morto forse  a causa del freddo  o di qualche malattia che ne ha causato l’abbandono.  E’ stato consegnato dai volontari della Protezione animale supportati dal Corpo Forestale di Salerno all’Asl localmente competente  per essere trasportato all’istituto Zooprofilattico di Portici per le analisi. Sarà inoltre effettuato un controllo per verificare la presenza di chip per poter risalire al proprietario. Ieri purtroppo è giunta la notizia dell’uccisione di un Lupo nel Cilento, ferma la condanna degli autori di questo grave gesto  da parte dell’Enpa di Salerno. Oltre alla crudeltà del gesto, a rendere il tutto più terribile è il fatto che quest’azione è stata eseguita all’interno di un Parco Nazionale.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.