Elezioni Mimmo De Maio

Comune di Castellabate, bilancio fuorilegge e danno patrimoniale: 13 indagati

Nei guai sono finiti: il sindaco Costabile Spinelli, il vice sindaco Luisa Maiuri, i consiglieri in carica Domenico Di Luccia e Salvatore Marinelli e gli ex consiglieri del 2013

Federica D'Ambro

La guardia di finanza di Agropoli da portare alla luce una questione che si è abbattuta sul Comune di Castellabate scatenando una vera e proprio bufera giudiziaria. Secondo quanto accertato dalle fiamme gialle, i fatti risalirebbero al 2013. Il bilancio fuorilegge e il danno patrimoniale arrecato all’ente hanno fatto scattare tredici avvisi di garanzia per altrettanti funzionari e amministratori dell’ente cilentano.
Nei guai sono finiti: il sindaco Costabile Spinelli, il vice sindaco Luisa Maiuri, i consiglieri in carica Domenico Di Luccia e Salvatore Marinelli e gli ex consiglieri del 2013 Franco Ambrosano, Umberto Giannella, Carlo Montone, Francesco Durazzo e Antonio Florio. Nei guai anche il revisore dei conti Adele Aliperta, il responsabile dell’area Economico-finanziaria Franco Lerro, la responsabile del servizio Finanziario e Affari generali dell’Ente, Giuseppina Durazzo, e la responsabile dell’ufficio Tributi, Marilena Crescenzo.
Gli indagati sono accusati, a vario titolo, – come riporta il quotidiano La Città – per aver approvato nel 2013 con specifici atti deliberativi il conto del bilancio dell’esercizio comunale 2012 in violazione delle norme previste dal testo unico degli Enti locali e ai principi contabili imposti dal Patto di stabilità.
Le indagini sono partite grazie ad un esposto presentato dai consiglieri di opposizione.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.