Taste - Sapori Mediterranei

Travolto e ucciso, arrestato l’uomo che ha tamponato il salernitano Antonio Beneventano

Accusato di omissione di soccorso, bloccato dalla Stradale mentre era al bar, l'accusa di omicidio colposo invece per l'uomo di Petina che lo ha travolto sulla carreggiata

E’ stato arrestato L.M. 44enne di Melfi, è stato lui a tamponare il salernitano Antonio Beneventano, 46enne investito e ucciso venerdì sera in autostrada dopo, appunto, essere stato tamponato. Antonio era sceso dall’auto perchè la sua Fiat Punto Rossa dopo il colpo ricevuto non riusciva più a partire, così Antonio, animalista, tifosissimo della Salernitana, attivista del Movimento 5 stelle e assicuratore in piazza Casalbore, è sceso per provare ad riparare o a capire il danno subito. Su quella strada passava una Ford Kuga, con a bordo un uomo di Petina, che ha travolto Beneventano per poi fermarsi a prestargli soccorso, anche se non c’è stato nulla da fare. Chi non si è fermato, invece, è stato il conducente che per primo ha tamponato Antonio, mentre lui scendeva dall’auto L.M. fuggiva a bordo di una Fiat Punto grigia. Circa un’ora dopo l’uomo è stato bloccato dalla Polizia Stradale. L’uomo aveva imboccato poi l’uscita di Eboli, fermato dagli agenti coordinati dal comandante Quaranta in un bar a San Giovanni. Il 44enne è accusato di omissione di soccorso ed attualmente è ai domiciliari. L’altro conducente invece, colui che ha travolto Antonio, è accusato di omicidio colposo. La prossima settimana si terrà l’ultimo saluto ad Antonio Beneventano, con la salma che rientrerà a Salerno per poi svolgere i funerali.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.