Pizzeria Betra Salerno

Traghettatore o fiducia, il destino di Gregucci “appeso” al gruppo

Nuovo confronto con la squadra, le alternative sono a “breve termine”

Aglietti Alfredo

Momento pessimo per i granata e per Angelo Gregucci, sotto “inchiesta” alcune scelte del tecnico, in particolar modo i cambi effettuati dal tecnico e l’atteggiamento tattico di una squadra che spesso vive difficoltà nel reparto arretrato, particolare invece sempre molto curato da Gregucci anche nelle precedenti esperienze a Salerno.

06 Beni
Sulla “graticola” per risultati, l’ultima vittoria in casa con la Cremonese, la sua posizione non è solida. Più volte la dirigenza ha dichiarato che nessuno è sicuro del posto, allo stesso tempo però ha dato fiducia al mister ma le ultime prestazioni non fanno presagire nulla di buono e la pausa è forse il momento migliore per “serrare” i ranghi o ripartire cercando di salvare il salvabile. La società e lo stesso Fabiani si sono guardati intorno, il primo sulla lista per una eventuale sostituzione di Gregucci è il tecnico della Primavera è Roberto Beni.

Sal - 04 06 2016 Lanciano salernitana . Nella foto menichini foto Tanopress
Il mister di San Benedetto del Tronto sarebbe già stato allertato, ancor prima del match casalingo con il Venezia. Altro candidato è Alfredo Aglietti, il 48enne di San Giovanni Valdarno è stato avvistato a Livorno come spettatore più che interessato, potrebbe accettare anche il ruolo di traghettatore con la “promessa” di un rinnovo in base ai risultati del campo. Altra ipotesi, il ritorno di Menichini, nulla è impossibile anche se i rapporti con Fabiani sembrano essersi incrinati da tempo, potrebbe essere lui il più incline a portare la barca in porto.

Sicuramente il tecnico di Ponsacco è la figura individuata da Claudio Lotito, tutto dipende da quanto emergerà nelle prossime ore tra i vari colloqui squadra-tecnico. Toccherà anche a Gregucci capire se i suoi uomini hanno ancora la volontà di andare avanti sulla strada tracciata in questi mesi, capire se invece alla squadra serve l’ennesimo “scossone” per invertire la rotta che, adesso come adesso, sta portando la Salernitana in un brutto vortice.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.