Taste - Sapori Mediterranei

Torna ad Amalfi la regata delle Repubbliche marinare, ecco il programma

I galeoni delle antiche repubbliche Marinare tornano a solcare il Mediterraneo per la 61esima edizione della Regata, in programma ad Amalfi il 12 giugno

Federica D'Ambro

Dopo quattro anni, sport e storia si intrecciano nella Divina Costiera. I galeoni delle antiche repubbliche Marinare tornano a solcare il Mediterraneo per la 61esima edizione della Regata, in programma ad Amalfi il 12 giugno. Qui si rinnoverà la sfida remiera nata nel 1955 con l’intento di rinsaldare e celebrare il legame tra quattro straordinarie realtà nazionali nel segno di un comune passato glorioso.
A sottolineare la comunione culturale e l’agonismo sportivo del tradizionale appuntamento di inizio giugno anche l’immagine ufficiale dell’edizione 2016 che rimarca il trait d’union delle quattro città, il mare, dominato per secoli dalle antiche Repubbliche. La doppia onda evoca la potenza e l’energia dei colpi di voga degli atleti. Con le sue gradazioni di blu, colore dominante della bandiera Repubblicana e del Galeone della città ospite, la scelta grafica punta anche a caratterizzare il ritorno del Palio nella più antica delle quattro Repubbliche, dopo quattro anni, come da tradizionale rotazione della sede dell’evento.
Per la sedicesima volta nella storia della celebre manifestazione, infatti, la città costiera ospiterà le rivali Pisa, Genova e Venezia. Mentre fervono i preparativi per l’evento, gli equipaggi – composti da otto vogatori titolari, due riserve e un timoniere – si preparano a dare il massimo sui quattro galeoni costruiti su modelli del XII secolo ma realizzati in vetroresina, sintesi perfetta della combinazione tra passato e futuro propria dell’evento, profondamente sentito dai cittadini e vissuto intensamente dai turisti, proiettati in un’esperienza davvero unica da vivere. Le quattro imbarcazioni, ciascuna dipinta con i colori dominanti della propria Repubblica (l’Azzurro di Amalfi, il Bianco di Genova, il Rosso di Pisa e il Verde di Venezia), si daranno battaglia su un campo di gara lungo 2.000 metri in linea che abbraccia il tratto di mare dal Capo di Vettica alla Marina Grande ad Amalfi.
Il Palio remiero sarà l’evento clou di un lungo weekend programmato per l’occasione dal Comitato cittadino di Regata, presieduto dal sindaco di Amalfi Daniele Milano, con diversi appuntamenti tra sport, cultura e spettacoli. Imponente il corteo che anticipa la regata e che riesce a riassumere, in episodi salienti, oltre quattrocento anni di storia: tra matrimoni e battaglie, conquiste e dominazioni, le quattro città rievocheranno i momenti del loro maggior splendore della propria potenza commerciale e politica. 320 figuranti, circa 80 per ogni Repubblica, sfileranno da Atrani ad Amalfi mettendo in sequenza eventi lontani tra loro nel tempo e nello spazio e permettendo a Dogi e condottieri di incrociarsi eccezionalmente in un inedito excursus che attraversa il Medioevo.
La città vincitrice della regata conquisterà l’ambito premio in oro e argento, realizzato dalla scuola orafa Fiorentina. Trofeo che rimarrà nelle mani dei vincitori solo un anno, per poi essere rimesso in palio in occasione della Regata successiva.

La Regata, che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, sarà trasmessa in diretta domenica 12 giugno su Rai 2 (ore 18.05). Media partner ufficiale della 61a edizione è Radio Kiss Kiss che racconterà a tutta Italia i momenti cult dell’evento realizzato con il supporto degli sponsor Pasta Antonio Amato e Volkswagen. Madrina d’eccezione sarà Madalina Ghenea, modella e attrice rumena, presenta anche a Sanremno 2016.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.