Pizzeria Betra Salerno

Top e Flop.. “Yes i know my way”

Il buono, il brutto e il cattivo nel match contro il Crotone

Marco Rarità

La presenza di Ivan Drago e la “dolcezza” croata negli ultimi 30 metri. Missione: quelli del Crotone a Terracciano non lo devono neanche salutare, sbattere su 80 chili d’acciaio distribuiti su 189 centimetri, ti fai male.. Bagadur.

Si ripresenta ad ora di pranzo con un completo di alta classe,  tanto elegante che Budimir lo ha messo nell’occhiello della giacca. Al ritorno in pullman, più o meno all’altezza del casello di Lagonegro Sud, il Crotone si ritrova il croato sul pullman.. Bernardini.

Romantica come una canzone di Pino Daniele, in quel centrocampo è una continua lotta d’intensità, vai là, gira, appoggia, anticipa e corri, Davide e Moses: “Yes i know my way.. ” Moro e Odjer.

Un girone fa, al suo posto, nel 4-4-2 giocava Perrulli.. vieni qua Chris, fatti abbracciare.. Oikonomidis.

Nella vita di tutti c’è uno Stoian, un errore di posizione l’unica nota sul registro.. Ceccarelli.

Vorrei provare a descrivere la tua prestazione allontanandomi dalle banali battute sul tuo curioso e quantomai inusuale cognome ma.. il freno a mano di solito lo tira Coda.. Bus.

 

 

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.