Taste - Sapori mediterranei

Tommasetti con la Lega, gli studenti: “Dimettiti subito”

"Sta strumentalizzando l'Università unendosi ad un partito politico in forza di governo che poggia le sue basi sull'odio verso gli ultimi, sulle discriminazioni, sugli stereotipi di genere; questioni che l'intera comunità accademica deve condannare"

Fisciano Università di Salerno. Incontro di studio sul tema «Democrazia, Populismo e Rappresentanza politica»in occasione della presentazione del volume «Il populismo tra storia, politica e diritto».
“Le voci degli ultimi giorni sono state confermate con l’ufficialità della lista dei candidati alle imminenti elezioni europee. Il rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Aurelio Tommasetti, sarà candidato con la Lega di Matteo Salvini”. Si legge in una nota firmata da Link Fisciano, l’associazione ad ispirazione sindacale e politica, autonoma e indipendente, con l’obiettivo di promuovere i diritti degli studenti universitari.

“Le nostre posizioni sul rettore sono sempre state decise e controcorrente. La sua gestione ha rappresentato una svolta dirigista per il nostro campus che ha gradualmente chiuso, rendendolo un luogo esclusivo, privilegiando una politica incentrata sulla meritocrazia e la premialità. Giocando sulla sua figura da uomo-copertina, ha caratterizzato la sua gestione vendendo UniSa come un brand. Come la punta di diamante delle università del Sud Italia, avvalorando la concezione di università-azienda intesa come esamificio dove se non stai al passo, sei fuori”. Continua la nota.

“È il rettore di “Unisa Premia il Merito”, un investimento di quasi 4 milioni, riproposto annualmente per rimborsare i soldi delle tasse, ma al tempo stesso incentivare alla corsa malsana studentesse e studenti per terminare quanto prima gli studi. Abbbiamo richiesto più volte, a gran voce, un investimento alternativo di quei fondi, ma nulla Alla faccia della bellezza della conoscenza e dell’approfondimento. È il rettore che è rimasto a guardare quando il poliambulatorio d’ateneo è stato smantellato dai suoi reparti, non garantendo servizi sanitari necessari.

È il rettore che si è adeguato quasi per sfinimento alla direttiva ministeriale della No Tax Area (nei suoi criteri minimi), una misura fondamentale per ridurre la spesa economica degli studi per la componente studentesca e per le proprie famiglie. È il rettore che ha dato più importanza ai ranking e alle classifiche per ricevere maggiori finanziamenti, invece di dare un segnale concreto dopo i tragici suicidi avvenuti all’interno delle strutture del campus.

La sua figura rappresenta un’istituzione pubblica, garante di un luogo di cultura e formazione che pone le sue basi sulla nostra Costituzione antifascista. Aurelio Tommasetti sta strumentalizzando l’Università unendosi ad un partito politico in forza di governo che poggia le sue basi sull’odio verso gli ultimi, sulle discriminazioni, sugli stereotipi di genere; questioni che l’intera comunità accademica deve condannare promuovendo il principio di solidarietà nei confronti di tutte e tutti. Per questo, come Link Fisciano, organizzazione di studentesse e studenti, lanciamo un appello a tutte le componenti dell’università per chiedere le dimissioni immediate di Tommasetti. Ribadendo a gran voce che vogliamo fuori i partiti dall’Università e che le politiche della Lega sono in contrasto con i principi della comunità accademica tutta”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.