Taste - Sapori Mediterranei

Teatro Diana: con lo spettacolo di Pasolini, una prima “gelata”

Dal Comune era stata chiesta prudenza nell’uso dei riscaldamenti e di non tenerli accesi in contemporanea con le luci, quindi, sono stati spenti prima che iniziasse lo spettacolo

Federica D'Ambro

Ieri la prima del nuovo Teatro Diana di Salerno, con lo spettacolo “Porno Teo Kolossal” di Pier Paolo Pasolini. Tutto sarebbe andato per il meglio se non fosse stato per l’aria gelida che si trovava all’interno. Infatti, nessun ospite ha tolto il cappotto all’ingresso. Il regista Andrea Carraro ha dichiarato al quotidiano Il Mattino che c’è stato un problema di organizzazione con il Comune.
Di fatto, dal Comune era stata chiesta prudenza nell’uso dei riscaldamenti e di non tenerli accesi in contemporanea con le luci, quindi, sono stati spenti prima che iniziasse lo spettacolo. A mezzanotte è stata fatta una prova di carico con tutto acceso e valutato anche il rumore dei riscaldamenti e tutto è andato per il meglio.

Quello di ieri era il primo spettacolo della ”Casa del contemporaneo”, il centro di produzione teatrale di recente costituzione, composto dalla Fondazione Salerno Contemporanea, Le Nuvole e la Compagnia Enzo Moscato, che si snoda su quattro spazi tra Salerno e Napoli e cioè Teatro Diana e teatro Antonio Ghirelli a Salerno, teatro “Galilei 104 – città della Scienza” e Teatro dei Piccoli alla Mostra d’Oltremare a Napoli.
Inoltre il regista, per gli appuntamenti futuri, assicura che il Teatro sarà accogliente e riscaldatissimo.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.