Assistenza computer salerno e provincia

Tasso alcolico 4 volte superiore al limite, 31enne rischia fino a 18 anni di carcere

L'uomo che ha provocato l'impatto mortale venerdì notte in via Napoli a Nocera Inferiore è risultato positivo all'alcol test, dovrà rispondere del nuovo reato di omicidio stradale

 

E’ risultato positivo all’alcol test Biagio Annunziata, il 31enne che a bordo della Lancia y, venerdì alle 3 di notte, ha provocato un impatto mortale lungo via Napoli, il rettilineo che da Nocera Inferiore porta a Pagani. Non è sopravvissuto il 74enne Giuseppe De Prisco, il figlio Gianni rischia di restare paralizzato e sono feriti anche due carabinieri di cui uno in prognosi riservata, ricoverati entrambi all’Umberto I di Nocera Inferiore. Come è noto sulla strada c’era stato un primo incidente, una Mini Countryman per via della strada bagnata aveva perso il controllo tamponando una Multipla e una C3 parcheggiate su via Napoli. Sul posto arrivarono anche i Carabinieri poi l’imponderabile, la Lancia y guidata da Annunziata a forte velocità ha travolto Giuseppe e Gianni De Prisco e i due carabinieri. Sul conducente 31enne l’accusa di omicidio colposo, guidava con un tasso alcolico di 2,33 g/l, oltre quattro volte superiore al limite di tolleranza di 0,5. Il 31enne dovrà rispondere del nuovo reato di omicidio stradale, rischia una pena fino a 18 anni di reclusione. Nei prossimi giorni, intanto, sarà effettuata dal magistrato la ricostruzione esatta della dinamica dell’incidente.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.