Pizzeria Betra Salerno

Super Pippo all’Arechi 19 anni dopo

Quel pullman verde che non passò al varco e la marcatura fissa di Monaco

Che la Juve avrebbe avuto vita difficile all’Arechi lo capirono fin da subito. Quel pullman verde si avvicinò timoroso al tunnel del principe degli stadi e un urlo spiazzò la folla: “Ma arò vaj.. nun c pass.. è tropp gruoss”. Ed era proprio così, l’autobus che trasportava Zidane e compagni non poteva entrare nel solito ingresso riservato agli atleti così venne aperto un altro varco dalla tribuna e i bianconeri entrarono dall’ingresso principale. In campo l’aspettava una squadra letteralmente affamata, aggressiva più che mai, quasi indiavolata la Salernitana di Oddo con Gattuso e i vari Tedesco, Monaco, Fresi, Bernardini, Di Michele e Di Vaio, quest’ultimo autore della rete che portò i granata in vantaggio nella prima frazione di gioco. Quel soleggiato giorno di maggio del ’99 Filippo Inzaghi lo ricorda bene, in quella opaca gara il numero 9 bianconero fu “mantenuto” più che bene da Monaco e Fresi, a dieci minuti dal termine Ancelotti lo sostituì per fare spazio a Nicola Amoruso. Una sconfitta pesante per la Juve che in quella gara abbandonò le speranze per raggiungere un posto in Champions, lo stesso Inzaghi ammise a fine gara un nuovo obiettivo, ovvero la Coppa Uefa. Un ricordo amaro per l’attuale tecnico del Venezia che ritroverà la Salernitana 19 anni dopo. Ancor prima, nell’ottobre del 1994, fu proprio lui a siglare la rete con cui il Piacenza vinse all’Arechi.

 

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.