Taste - Sapori Mediterranei

Stupro a Santa Teresa, c’è un video: in Tribunale la ragazza “ritorna” a quella sera

Ricostruzione di quanto accaduto: solo uno avrebbe abusato completamente di lei, l'altro la toccava e palpeggiava, poi la triste testimonianza delle violenze subite anche da bambina

Ha ripercorso, passo dopo passo, minuto dopo minuto, tutte le fasi di quella sera, la 30enne vittima di violenza sessuale a maggio sulla spiaggia di Santa Teresa. La donna ha parlato dinanzi ai giudici, in Tribunale, rivelando anche un triste e delicato particolare, aveva subito una violenza sessuale anche da bambina. Per quanto riguarda quella sera, invece, le dinamiche raccontate dalla giovane riportano che solo uno dei due marocchini avrebbe avuto un rapporto completo con lei mentre l’altro l’avrebbe palpeggiata e toccata. Entrambi, comunque, anche se in modo diverso, autori di violenza .

“Sono stata seguita, non ho dato peso alla cosa ma quando ho raggiunto Santa Teresa sono stata avvicinata in quanto mi erano stati chiesti dei soldi – ha dichiarato la 30enne davanti ai giudici –  Avevo 50 euro e li ho consegnati. Pensavo che tutto si fosse risolto con quel gesto. Ma non è andata così. Pochi minuti, infatti, e i due marocchini si sono ripresentati. Il più piccolo mi ha iniziato a toccare e spogliare, si è spinto oltre contro la mia volontà e mi ha violentata. Con l’altro non c’è stato un rapporto sessuale ma lui mi toccava e palpeggiava”.

Questa è la ricostruzione della donna a cui è stato mostrato anche un video in cui, in un primo momento sembra parlare tranquillamente con i suoi aggressori. Questi filmati sono stati forniti dalla difesa dei due marocchini, la donna ha confermato di non aver mai conosciuto i due uomini prima d’allora, confermando inoltre che in un primo momento ci fosse stato un approccio tranquillo anche perchè non immaginava cosa sarebbe potuto accadere.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.