Taste - Sapori Mediterranei

Strage di Sassano, la Cassazione conferma la condanna a 10 anni per Paciello

Il 28 settembre 2014 Gianni Paciello perse il controllo della sua auto finendo la sua corsa contro un bar, a morire quel pomeriggio furono 4 giovanissimi, compreso il suo stesso fratello

Federica D'Ambro

Confermata la condanna a 10 anni e quattro mesi di reclusione per Gianni Paciello. Come rivelato dal quotidiano Il Mattino, la Cassazione ha respinto il ricorso presentato dalla difesa del 24enne di Sassano accusato e condannato per omicidio colposo plurimo.
Era una domenica pomeriggio di fine settembre del 2014 quando Gianni era alla guida della sua Bmw, in stato di ebbrezza. Perse il controllo della sua auto e andò a sbattere alla velocità di 150 chilometri orari contro l’ingresso di un bar. In quel momento, dinanzi al bar c’erano i due figli del proprietario Giovanni e Nicola Femminella, Daniele Paciello e Luigi Paciello fratello minore dello stesso Gianni. Quella domenica pomeriggio viene comunemente ricordata come la “strage di Sassano”, dove a morire furono 4 giovanissimi.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.