Taste - Sapori mediterranei

Stazione, controlli serrati: due treni cancellati in serata non arriveranno a Salerno

Le immagini dalle operazioni di controllo messe in campo sul territorio, a lavoro la task force per verificare l'entrata e l'uscita dei passeggeri a Salerno

ControlliStazione (2)
Cancellato un treno da Roma, uno anche da Torino, uno previsto con arrivo alle 20:30, l’altro alle 21:30. Molto basso e forse più del previsto al momento il flusso di persone in arrivo a Salerno e anche in partenza ovviamente dal capoluogo di provincia in un clima serrato dinanzi e all’interno la stazione. In azione la task force con la Polizia Municipale supportata dalla Polfer, Forze dell’Ordine, Protezione Civile ed operatori dell’Asl, anche al capolinea dei bus. Diversi i treni regionali, poche invece le altre soluzioni da altre Regioni dello stivale, un unico treno partito nel pomeriggio da Milano a Salerno, alle 17:10 su cui molti viaggiatori non sono saliti, fermati proprio alla partenza privi di requisiti necessari per lo spostamento, validi motivi che ne determinavano il viaggio. Il Frecciarossa è passato per Milano Rogoredo toccando la stazione di Reggio Emilia Av, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Roma sia Tiburtina che Termini, Afragola e Napoli Centrale prima di Salerno.

ControlliStazione (1)

ControlliStazione (3)

ControlliStazione (4)


Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, firmato l’ordinanza numero 20 che contiene ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica. Ecco le misure adottate partendo dal trasferimento singolo tra Comuni.

Fermo restando quanto stabilito dall’Ordinanza del Ministro della Salute e del Ministro dell’Interno 22 marzo 2020, secondo cui “è fatto divieto a tutte le persone fisiche di traferirsi o spostarsi con mezzi pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”, con decorrenza dalla data odierna e fino al 3 aprile 2020, a tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero, che faranno ingresso in regione Campania o vi abbiano fatto ingresso negli ultimi 14 giorni per rientrare nel territorio regionale, è fatto obbligo:

  • di comunicare tale circostanza al Comune e al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente;
  • di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali;
  • di osservare il divieto di spostamenti e viaggi;
  • di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza;
  • in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.

Le disposizioni dell’ordinanza n. 8 dell’8 marzo 2020 in ordine all’obbligo, per i concessionari di servizi di trasporto aereo, ferroviario e di lunga percorrenza su gomma, di acquisire e mettere a disposizione delle Forze dell’Ordine e dell’Unità di Crisi regionale istituita con decreto del Presidente della Giunta Regionale n.45/2020, dei Comuni e delle AASSLL, i nominativi dei viaggiatori con destinazione aeroporti e le stazioni ferroviarie, anche dell’Alta velocità, del territorio regionale sono confermate ed estese al rientro da tutte le regioni d’Italia e dall’estero.

A tutti i viaggiatori in arrivo, anche per motivi consentiti dalle vigenti disposizioni nazionali e regionali, alle stazioni ferroviarie di Napoli, Napoli Afragola, Salerno, Caserta, Benevento nonché Battipaglia, Aversa, Sapri, Eboli, Vallo della Lucania, con treni che effettuano collegamenti interregionali, è fatto obbligo di:

  • sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea, secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni, in conformità a quanto previsto con il presente provvedimento;
  • compilare l’autocertificazione, secondo il format diramato dal Ministero dell’interno e diffusamente in uso su tutto il territorio nazionale.

Ecco il testo completo dell’ordinanza (Clicca qui)

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.