Richiedi la tua pubblicità

Stagione turistica ancora incerta: lavoratori stagionali della Costiera Amalfitana in protesta

Si è tenuta ieri in piazza Duomo ad Amalfi la manifestazione dei lavoratori stagionali della Costiera Amalfitana. "A più di un anno dall’inizio della pandemia di Covid-19 ed alla vigilia di una nuova, incerta stagione turistica i lavoratori stagionali chiedono a Regione e Governo di smetterla con le mance e programmare, finalmente, una ripartenza seria che garantisca, a lungo termine, dignità e sicurezza a tutto il comparto". Il grido dei lavoratori.

Si è tenuta ieri n piazza Duomo ad Amalfi la manifestazione dei lavoratori stagionali della Costiera Amalfitana. “A più di un anno dall’inizio della pandemia di Covid-19 ed alla vigilia di una nuova, incerta stagione turistica i lavoratori stagionali chiedono a Regione e Governo di smetterla con le mance e programmare, finalmente, una ripartenza seria che garantisca, a lungo termine, dignità e sicurezza a tutto il comparto”. Il grido dei lavoratori.

La manifestazione é stata promossa da Abbac Campania, ANLS Campania, Comitato Dipendenti NCC, Comitato Air – Aziende NCC, Fia, Flaica Cub Regione Campania, provincia di Napoli, provincia di Salerno, Guide ed accompagnatori turistici, MCL Capri, in rappresentanza di lavoratori stagionali del turismo, dello spettacolo ed anche di tutte le categorie dell’indotto turistico rimaste parzialmente o completamente escluse da qualsiasi aiuto statale.

Con questa manifestazione chiedono allo Stato:

Decontribuzione per tutte le aziende del comparto, incluse quelle del trasporto turistico, senza limiti di età; maggiore controllo delle condizioni contrattuali a cui gli stagionali sono, e presumibilmente saranno costretti, a lavorare anche quest’anno; modifica del sistema degli ammortizzatori sociali, in modo da garantire dignità nei periodi di disoccupazione forzata; inclusione dei lavoratori a tempo determinato (che in ogni caso dipendono dalla “stagionalità” del lavoro in luoghi votati quasi esclusivamente al turismo, come il nostro) nel sistema di aiuti statali; sostegno sicuro e continuativo nei confronti di chi ha perso il lavoro; protocolli di sicurezza chiari ed efficaci, che assicurino allo stesso modo lavoro e salute sia a gestori che dipendenti di strutture; sostegno al settore dell’accoglienza extra alberghiera, finora escluso da aiuti; inclusione rapida ed organizzata di tutti i lavoratori del comparto turistico negli elenchi prioritari per la somministrazione dei vaccini, appena saranno disponibili.

Le foto

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

SAL - 10 04 2021 Amalfi Duomo. Protesta lavoratori stagionali. Foto Tanopress

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.