No Signal Service

Sportellate, grinta ed alta quota: l’Arechi omaggia Djuric

admin

WE3_0850
È stato uno dei protagonisti della vittoria granata, parliamo di Milan Djuric. Il bosniaco, contro il Venezia ha disputato una grande prestazione che ha permesso alla Salernitana di ottenere una vittoria importante in chiave ritorno.

La formazione lagunare sembra essere una delle vittime preferite del centravanti di Tuzla che proprio contro i veneti ha realizzato il suo primo gol in campionato lo scorso 30 marzo, da quel momento in poi ha dato una “svolta” alla sua stagione come dimostrano le 7 reti in 8 partite.

Ieri, come detto, Djuric è stato uno dei migliori dei suoi grazie innanzitutto al gol che ha sbloccato il match, un colpo di testa con cui svetta su Modolo e trafigge il portiere veneziano. Dopo pochi minuti è nuovamente protagonista, è lui l’assist-man per il raddoppio di Lamin Jallow autore anche lui di una bella rete.

Nel corso del secondo tempo avverte la stanchezza e dunque attacca con minore intensità, ciò però non macchia comunque una prestazione più che positiva in cui Djuric ha dimostrato di sapersi sacrificare per la sua squadra e di essere fondamentale per il gioco granata grazie alle sue sponde che hanno messo spesso in difficoltà la retroguardia arancioneroverde. Al Penzo, a meno di sorprese, dovrebbe essere nuovamente lui a guidare l’attacco per provare a chiudere il discorso salvezza. Ciò che sperano tutti i tifosi granata è che come accaduto spesso nelle ultime partite, anche domenica Milan Djuric sia “on fire”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.