Taste - Sapori Mediterranei

Spettanze arretrate, ex lavoratore del Consorzio di Bacino Salerno 2 vince la causa in Tribunale

La sentenza che riguarda l’operaio è stata pronunciata dal Tribunale di Salerno, sezione lavoro (giudice Francesca D’Antonio) in merito alla vertenza che coinvolge altri ex dipendenti del Corisa2

Ex lavoratore vince la causa contro il Consorzio di Bacino Salerno 2 per il pagamento delle spettanze arretrate. Soddisfazione dalla Fiadel, che tramite il segretario Angelo Rispoli auspica intanto un confronto con il Comune dopo l’addio del presidente di Salerno Pulita.

La sentenza

La sentenza che riguarda l’operaio è stata pronunciata dal Tribunale di Salerno, sezione lavoro (giudice Francesca D’Antonio) in merito alla vertenza che coinvolge altri ex dipendenti del Corisa2, in attesa del versamento di tredicesima e quattordicesima. In particolare, il Consorzio si è visto recapitare un decreto ingiuntivo e ha fatto opposizione contro il lavoratore. Il giudice, tuttavia, si è espresso in favore di quest’ultimo, rigettando il ricorso e confermando il pagamento, da parte del Consorzio, delle somme arretrate.

“Vittoria storica” per il sindacato

 

«E’ una vittoria storica – afferma Rispoli – Questa causa è la prima di un lungo filone, nella vertenza intrapresa dai lavoratori legittimati a chiedere gli arretrati al Corisa2. Le somme erano state individuate in un verbale di accordo tra la Fiadel e il Consorzio stesso, oltre che da Salerno Pulita, nuovo datore di lavoro».

Proprio sull’addio del presidente di Salerno Pulita, Raffaele Fiorillo, il segretario Rispoli dice la sua: «Era un uomo del dialogo, dimessosi dopo neppure un anno. S’impone un confronto immediato con l’amministrazione comunale di Salerno, che deve costituire il sub ambito del ciclo dei rifiuti e dare un assetto stabile alla società».

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.