Taste - Sapori mediterranei

“Spegneremo le luci per le 26 ragazze..”

Il sindaco di Salerno e il governatore della Campania hanno rivolto un pensiero alle giovani donne morte in mare, a margine dell'inaugurazione delle Luci d'Artista

Federica D'Ambro

Nel merito dell’inaugurazione delle Luci d’Artista, un pensiero doveroso è stato rivolto anche al tragico sbarco della scorsa settimana, quando al molo salernitano sono giunti i corpi di 26 giovanissime donne nigeriane, morte in mare.

“È stata una tragedia inenarrabile, noi ci siamo inchinati di fronte alla tragedia che ha colpito queste giovanissime ragazze. Facevo una riflessione: ho una figlia di 18 anni ed immaginavo che ha avuto un suo percorso adolescenziale. La prima giovinezza, la fanciullezza in qualche modo piena di sollecitudine da parte dei genitori. Queste ragazzine di età fra i 14 e i 18 in tutta la loro vita non hanno visto una giornata di sole e sono morte. È una cosa angosciosa e terrificante. Naturalmente noi onoreremo queste vittime con funerali solenni del Comune la cui data vi verrà comunicata e con lo spegnimento simbolico di mezz’ora delle Luci d’Artista. È un fatto che dovrà essere in qualche modo celebrato e dovrà essere tenuto presente anche nel momento di festa. Stiamo lavorando, proprio stamattina sono stato al cimitero per un sopralluogo. Voglio che sia una cosa di semplicità assoluta di eccezionale sobrietà ma, nei limiti del possibile, di grande solennità”. Ha concluso il sindaco Napoli.

 

Nel corso dell’evento, il governatore De Luca si è soffermato anche sulla tragedia delle ventisei migranti e ha detto “c’è un velo di tristezza” ma – ha aggiunto citando il Vangelo -“C’è un tempo per piangere e un tempo per sorridere”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.