Richiedi la tua pubblicità

Speciale Scuola: Angela Nappi, dirigente scolastico del Regina Margherita: “Tutelata comunità”

"Il Covid-19 ha messo a dura prova le scuole, ma noi abbiamo fatto tutti gli sforzi necessari per tutelare la nostra comunità, per le lezioni e per la maturità"

Gianni Fiorito

Secondo anno anno scolastico nell’epoca del Covid-19: ogni scuola in questo momento storico è chiamata a riorganizzarsi e a reinventarsi per portare avanti in sicurezza la propria missione educativa. Abbiamo parlato di questa situazione complessa con Angela Nappi, preside del liceo Regina Margherita, ripercorrendo questo anno scolastico dal secondo lockdown fino agli esami di maturità di questi ultimi giorni. La dirigente Nappi ci ha raccontato che “le attività del liceo Regina Margherita sono proseguite in DAD compiendo tutti gli sforzi necessari per garantire una continuità didattica grazie alla sinergia tra studenti e docenti.

Nel periodo di febbraio e di marzo si sono registrati diversi contagi tra il personale scolastico, ma questo non ha impedito il prosieguo dei tanti progetti in cui la scuola è impegnata”.  Con la riapertura delle attività didattiche in presenza in primavera, il Regina Margherita si è trovato ad affrontare il problema sicurezza per permettere a tutti gli alunni di poter riaccendere alle aule dell’istituto.

Grazie a un ragionato sistema di rotazione integrato alla DAD, ogni studente del liceo di Piazza XXIV MAGGIO è riuscito è riuscito a ritornare nella propria classe prima del termine dell’anno scolastico. Intanto la dirigente ci ha anticipato le varie progettualità che saranno portate avanti dalla scuola durante i mesi estivi: “Abbiamo intenzione di organizzare per il Piano Estate tre progetti interessanti, uno sulle capacità logico-matematiche e informatiche, un secondo sull’arte in lingua e un terzo sulla filosofia e il cinema”.

Infine nella nostra conversazione con la preside Nappi, ci si è soffermati sulla situazione relativa agli esami di maturità. Per il secondo anno consecutivo la prova d’esame è stata solo orale, con l’aggiunta dell’educazione civica. Complice il buon andamento del piano vaccinale e di un miglioramento della situazione pandemica, la prova orale si è svolta in presenza, con possibilità per i soggetti fragili, studenti e docenti, di svolgerla in modalità online.

“Nella nostra scuola ci sono stati tre docenti che hanno scelto la modalità online” dichiara la preside Nappi “e questo non ha inciso sul sereno svolgimento degli esami. Anzi, gli esami di quest’anno sono stati ricchi di soddisfazioni. Gli esiti delle prove orali sono molto positivi, sintomo di una risposta eccezionale degli studenti che hanno saputo affrontare proficuamente le difficoltà. Spiccano ben 65 studenti che hanno ottenuto il massimo voto di cui 10 con lode.” Questa testimonianza e questi risultati sono lo specchio del Regina Margherita, una scuola che ha saputo resistere e che dalla riapertura si è rilanciata attraverso sensibilizzazione, organizzazione e sicurezza.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.