Taste - Sapori Mediterranei

“Spazio Donna” venduto per 800 mila euro durante l’asta al Comune

Dal 1980 lo spazio fu venduto ad un gruppo di giovani donne, attiviste in politica, ed utilizzato per esprimere le proprie idee, fu denominato anche "casa delle femministe salernitane"

Federica D'Ambro

I locali di “Spazio donna” non appartengono più al Comune di Salerno. Infatti, duranta l’asta che si è tenuta ieri al Comune, è arrivata l’offerta dalla società “Emmedue sas di Carmela Motta”. A darne notizia il quotidiano La Città. I tecnici di Palazzo di Città avevano stimato il valore di quei locali a 780mila euro, ieri ne sono stati offerti 826mila e 800, quasi cinquantamila euro in più. Spazio donna fu occupato per la prima nel 1980 da un gruppo di giovani donne, che volevano trasformarlo in un luogo dove poter esprimere liberamente le proprie idee. Di fatto, diventò una “casa delle femministe salernitane”. Ora il futuro di questo spazio è incerto, ancora non è chiaro cosa diventerà.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.