Assistenza computer salerno e provincia

Spara a sua figlia, è grave insegnante 53enne

Il padre è piantonato nel reparto detenuti del San Leonardo

admin

E’ ricoverata in condizioni gravi all’ospedale San Giovanni Di Dio e Ruggi D’Aragona la donna sparata da suo padre la notte scorsa a Eboli. F.B., 53 anni, insegnante di sostegno al Primo Circolo Didattico nella scuola dell’infanzia Vincenzo Giudice, versa in stato di coma. La prognosi è riservata, la donna lotta tra la vita e la morte. Nello stesso nosocomio, al reparto detenuti, è piantonato il padre della vittima. L’80enne è accusato di tentato omicidio. La notte scorsa, a quanto pare dopo un litigio, l’uomo ha imbracciato un fucile e ha sparato a sua figlia colpendola alla testa e riducendola in fin di vita. Alle forze dell’ordine, inizialmente, sarebbe stata raccontata una versione diversa ovvero che la 53enne fosse caduta dalle scale. A lanciare l’allarme e a chiamare i vicini sarebbe stata l’anziana madre della vittima. La donna è stata ritrovata in una pozza di sangue. La prima versione raccontata non ha retto a lungo. In seguito alle perquisizioni e dai primi interrogatori in nottata le forze dell’ordine sono risalite alla dinamica dei fatti: il padre aveva sparato a sua figlia. Continuano le indagini dei carabinieri del Nor e della compagnia di Eboli coordinati dal tenente Manna. Sul luogo, in via Serracapilli, sono intervenuti anche i carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche di Salerno. La notizia ha scosso l’intera città compreso familiari e amici della vittima così come i colleghi dell’insegnante ebolitana e i genitori dei suoi piccoli alunni.  

 

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.