Taste - Sapori mediterranei

Sospetto caso di Coronavirus, nessun allarmismo per il 42enne

L'uomo è arrivato al Ruggi ma presentava solo un leggero stato febbrile, controlli effettuati già al suo ritorno dalla CIna. Ecco come è scattato il protocollo a Salerno.

Non sarebbero state riscontrate particolari sintomi nell’uomo che ieri a Salerno è stato trasportato al Cotugno di Napoli dopo essersi presentato al pronto soccorso del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. Originario della provincia di Salerno, 42 anni, l’uomo era rientrato da pochi giorni dalla Cina in un volo che ha fatto scalo in Germania, dopo essere stato due mesi a Nord del paese asiatico, lontano da Wuhan dove notoriamente si è diffuso il virus. Al suo ritorno una leggera febbre, temperatura a 37,5, quanto basta per far scattare il protocollo, in virtù soprattutto del suo soggiorno in Cina. Dal Ruggi, comunque, viene chiesto di evitare ogni tipo di allarmismo, la procedura è stata avviata con l’isolamento dell’uomo e tutto è stato eseguito con estrema cura e in sicurezza, garantiscono dall’ospedale di via San Leonardo. Il 42enne quando è arrivato al Ruggi, come detto, presentava solo uno stato febbrile ma non avvertiva e non aveva problemi respiratori, non aveva neanche raffreddore, così come tosse, inoltre l’uomo pare sia stato già sottoposto a controlli accurati una volta atterrato a Berlino, in Germania sarebbero state effettuate verifiche mediche (tutte negative), così come previsto dallo stesso protocollo in virtù del suo passaggio dalla Cina.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.