Taste - Sapori Mediterranei

Il sindaco Napoli su preghiera islamica: ”Individueremo un luogo che valga per tutti”

"Ho dato disposizione agli uffici di individuare un luogo dove abitualmente si possono tenere queste iniziative"

Federica D'Ambro

La scorsa settimana la comunità islamica residente a Salerno si è riunita per pregare insieme e celebrare la loro festa del Sacrificio (questo il significato tradotto in italiano). Una festa che non è passata inosservata specialmente a Antonio Iannone, presidente regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, e Roberto Celano, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale. Entrambi contrari a quanto è accaduto in piazza Sant’Agostino.

Sul caso si è voluto esporre anche il primo cittadino di Salerno, Vincenzo Napoli.

“Ho rispetto profondo per tutte le credenze religiose che devono avere un loro spazio – ha dichiarato Napoli – gli uffici hanno dato il nulla osta avendo ascoltato la Questura e la Prefettura. Non ero al corrente della vicenda ma va precisato che sono determinazioni degli uffici che sono autonomi, naturalmente la cosa mi ha infastidito perché su alcuni aspetti sensibili e delicati voglio essere informato dettagliatamente”.

Inoltre aggiunge: “Per le manifestazioni religiose prosegue individueremo un luogo che valga per tutti. Ospitiamo con gioia tutte le confessioni, c’è un universo di credenze che rispettiamo. C’è una pluralità, fortunatamente, di sensibilità religiose e che meritano di essere accolte ed ascoltate. Ho dato disposizione agli uffici di individuare un luogo dove abitualmente si possono tenere queste iniziative”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.