Taste - Sapori mediterranei

Silvia Giordano: “Bisogna salvare la Neuropsichiatria infantile al Ruggi”

“Medici e infermieri costretti a stare in due stanzette piccolissime per visitare i propri pazienti“

Federica D'Ambro

“Al Ruggi la Neuropsichiatria è completamente abbandonata. Medici e infermieri costretti a stare in due stanzette piccolissime per visitare i propri pazienti.
Per non parlare delle condizioni in cui sono costretti ad attendere i bambini il proprio turno: in piedi nei corridoi del reparto insieme ai propri genitori.
Parliamo di bambini affetti da disturbi psichici, bambini autistici e bambini che non sono neanche in grado di muoversi.
E’ uno spettacolo vergognoso, che va oltre ogni dignità e rispetto umano.
Un’azienda come il Ruggi, che si atteggia ad essere il primo ospedale della provincia di Salerno, Dea di terzo livello, non può consentire tutto questo.
Quindi, mi appello al direttore Cantone affinché trovi uno spazio adeguato per la Neuropsichiatria Infantile.
Al Ruggi ci sono tanti reparti inutilizzati e parti dell’ospedale completamente abbandonate. E’ ora di mettersi a lavorare seriamente e lasciare da parte i soliti proclami di efficienza che, puntualmente poi, vengono smentiti dai fatti“.
Questo il commento di Silvia Giordano del Movimento Cinque Stelle.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.