Taste - Sapori mediterranei

Sigilli alla storica pugilistica del Centro Sociale – FOTO

Le parole dell'allenatore Mario Collina

Federica D'Ambro


Si sente l’odore del sudore, dei sacchi da box, del lavoro duro e della diversità sociale. Oltre ad essere una palestra era un luogo d’incontro, un posto dove essere dei pugili, degli sportivi, persone e niente altro. L’ex palestra Metropolis, oggi facente parte del Centro Sociale di Pastena, veniva frequentata assiduamente da tanti avvocati, giovani adolescenti, pregiudicati, finanzieri, poliziotti e ragazzi problematici. Era lo stesso Tribunale di Salerno che affidava alla palestra i ragazzi appartenenti alle case famiglia, per ricostruire una vita tramite lo sport. E questo accadeva veramente, tante le dimostrazioni dei giovani che sono entrati in un modo e sono usciti campioni di pugilato. Solo per citarne alcuni, Vincenzo Scannapieco, Frasca, Bernardini, Cipriano. Tanti ragazzi che sul ring si giocavano un riscatto sociale. L’ex palestra Metropolis è attiva sul territorio salernitano da ben 24 anni. Questa mattina la routine è cambiata.

“A seguito di verifica sono emerse gravi carenze di carattere igienico sanitario così riassumibili: locali privi di idonea aereazione, dotati di illuminazione non sufficiente, cattivo stato d’uso, manutenzione e pulizia generali presenza di collegamenti elettrici volanti, data la collocazione non appare accessibile in caso di necessità di soccorso sanitario”.
Questa la nota firmata dal Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, che pone al momento i sigilli alla struttura. All’interno della stessa nota si constata anche l’abusività degli stessi locali e di come questi debbano essere sgomberati.
Locali che non hanno ricevuto assistenza negli ultimi anni, come ci ha spiega l’allenatore Mario Collina che fa parte della storica pugilistica dal 1993.

“Tutti i lavori che sono stati fatti fino ad oggi li abbiamo fatti noi, allenatori ed allievi – dichiara Collina – Sicuramente è una realtà al limite della legalità, ma non abbiamo i soldi necessari per risolvere determinati problemi e anche questa non è una novità. Dopo 24 anni di attività la situazione non è cambiata. In questo lasso di tempo abbiamo ospitato assessori, lo stesso ex sindaco Vincenzo De Luca, in comizi elettorali. Tante sono state le promesse, ma la palestra è sempre andata avanti da sola, noi alleniamo campioni nella vita e nello sport e vogliamo continuare a farlo”.
E’ lo stesso Mario che appunto sottolinea una situazione mai cambiata in 24 anni e di come una segnalazione anonima abbia fatto allarmare i Nas che hanno poi, dopo i dovuti controlli, posto i sigilli alla struttura.

Sicuramente è una giornata che si conclude con l’amaro in bocca per allievi e allenatori che pensavano di allenarsi come hanno sempre fatto, come ha detto uno dei ragazzi presenti “i pugili non mollano”. Infatti, è già pronto l’appuntamento per venerdì prossimo alle 10 ai piedi del Comune di Salerno per poter ascoltare e farsi ascoltare dal sindaco Napoli.
Sull’argomento si sono già espressi anche i due consiglieri d’opposizione Dante Santoro e Roberto Celano. Quest’ultimo ha dichiarato che già nella giornata di domani chiederà spiegazioni al sindaco stesso.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.