Taste - Sapori Mediterranei

Si fingono carabinieri per entrare in casa, aggrediti padre e figlio con un coltello

L'obiettivo era mettere a segno la rapina, i carabinieri hanno avviato le indagini per risalire ai responsabili

Federica D'Ambro

Una famiglia ucraina è stata aggredita da quattro ladri travestiti da carabinieri. L’obiettivo dei malviventi era l’oro e gli oggetti di valore. Nel mentre della rapina hanno picchiato padre e figlio, ferendo il più giovane con un coltello. Sull’accaduto indagano i carabinieri di Eboli e della stazione di Santa Cecilia. Come rivelato dal quotidiano La Città. La famiglia ucraina una volta visti i carabinieri dinanzi la porta non hanno spettato nulla, anzi li hanno accolti senza opporre alcuna resistenza. Così i malviventi si sono scagliati sul padre e il figlio, i due hanno riportato ferite giudicate guaribili tra i 15 e i 20 giorni.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.