Taste - Sapori Mediterranei

Sciopero dei docenti, niente esami fino a ottobre per 86 prof: è caos tra gli studenti

Ecco tutti i nomi dei docenti dell'Università di Salerno che hanno aderito

admin


Sono circa 5mila i professori universitari e ricercatori di tutta italia che hanno deciso di aderire ad uno sciopero nazionale previsto per gli appelli autunnali. Scattano già i primi disagi per gli studenti visto che sono 86 i docenti dell’Università di Salerno che ha deciso di scioperare e di non effettuare gli esami per la prima seduta d’appello autunnale.
Gli esami, però, potranno essere sostenuti nei giorni successivi allo sciopero.

Le modalità della manifestazione di astensione, sono le seguenti:

1) Nella sessione di esami di profitto autunnale p.v., relativa all’anno accademico 2016-2017, ci asterremo dal tenere il primo degli appelli degli esami di profitto già programmati nel periodo anzidetto, per la durata massima di 24 ore corrispondenti alla giornata fissata per il primo degli appelli che cadano all’interno del periodo 28 agosto-31 ottobre 2017, così come comunicato da ciascun Professore o Ricercatore al Direttore del Dipartimento ovvero alla propria struttura di riferimento.

2) Tutti gli esami corrispondenti verranno, di conseguenza, spostati all’appello successivo, che si terrà regolarmente.

3) Verrà assicurata in ogni caso la tenuta di almeno un appello degli esami di profitto nell’ambito del periodo 28 agosto – 31 ottobre p. v. Pertanto, nelle Sedi in cui i calendari degli esami prevedano un solo appello per gli esami di profitto in tale periodo, e questo cada nel periodo anzidetto, ci asterremo dal tenere tale appello, per la durata massima di 24 ore corrispondenti alla giornata fissata, ma chiederemo alle strutture degli Atenei di competenza di fissare un appello straordinario dopo il quattordicesimo giorno dalla data del giorno dello sciopero.

4) Verranno assicurati tutti gli esami di profitto al di fuori del periodo 28 agosto – 31 ottobre p. v.

5) Verranno assicurate inoltre in tale periodo tutte le altre attività istituzionali. Riteniamo che tali modalità conflittuali e di parziale astensione dalle prestazioni istituzionali siano nel contempo rispettose del diritto di sciopero garantito costituzionalmente e del diritto degli utenti di avere servizi ridotti ma non annullati.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.