Taste - Sapori Mediterranei

Sarno, maxi furto di elettricità: nei guai tre membri della famiglia Canzanelli

La procura ha fatto richiesta di giudizio immediato, senza il vaglio dell’udienza preliminare, vista la prova evidente a carico degli indagati

Federica D'Ambro

Tre parenti di un nucleo familiare sono accusati di furto di energia elettrica per tre diverse maxi appropriazioni collegate alle attività commerciali. La procura di Nocera contesta le accuse a Michele, Carlo e Antonio Canzanelli, rispettivamente di 43, 39 e 57 anni, di essersi impossessati di energia con un allaccio diretto alla rete attraverso un by-pass apposito. Come rivelato dal quotidiano La Città, il congegno individuato dagli investigatori era posizionato da un cavo trifase posto tra i contatori e il quadro elettrico interno, posizionato in una botola scavata nel piano di cemento all’esterno dell’esercizio commerciale, col camuffamento di una grossa pianta.

Secondo la Procusa solo Michele Canzanelli avrebbe prelevato abusivamente oltre 296mila kilowatt per oltre 56mila euro. Mentre Antonio Canzanelli avrebbe prelevato abusivamente oltre 166mila kilowatt pari a oltre 31mila euro e Carlo Canzanelli invece avrebbe prelevato abusivamente oltre 166mila kilowatt per oltre 31mila euro.

La procura ha fatto richiesta di giudizio immediato, senza il vaglio dell’udienza preliminare, vista la prova evidente a carico degli indagati.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.