Pizzeria Betra Salerno

Sannino chirurgico: pronto a cambiare modulo e uomini

Variazioni in difesa e centrocampo, Della Rocca insidia Busellato

Enzo Sica

C’è attesa per questa seconda gara interna della stagione contro il Vicenza ancora in notturna come la prima contro il Verona. La tifoseria granata dopo lo stop di Novara aspetta l’impennata d’orgoglio da parte della truppa di Sannino contro un Vicenza che fuori casa e’ molto vulnerabile. Almeno le prime gare stagionali hanno evidenziato questi limiti nei veneti che certamente in questo anticipo della quarta giornata non vorranno essere la vittima sacrificale. Lerda, l’allenatore, e’ perentorio: “A Salerno dobbiamo raddoppiare gli sforzi per portare a casa un risultato positivo”. Salernitana avvisata, dunque, con un Sannino che non snobba assolutamente gli avversari e si è concentrata su quella che deve essere la gara del rilancio. I soli due punti in classifica, rispetto ai quattro della scorsa stagione dopo altrettanto incontri la dicono lunga sulle forze che questa salernitana dovrà raddoppiare proprio per centrare il primo acuto stagionale
Il cambio di modulo proprio per dare maggiore visibilità a Rosina nella metà campo avversaria sembra la cosa più certa. Sannino lo sa che l’ex Catania nell’area avversaria può davvero essere letale per cui lo dovrà mettere in condizione di pungere come deve. Ed alle spalle di Coda e Donnarumma un elemento come Rosina rappresenta davvero quel l’arma in più per scardinare quello che si annuncia un bunker dei biancorossi ospiti.
Dunque proprio con una difesa a 4 con Laverone che scivolerà in panchina per far posto a Perico al debutto con la nuova maglia granata la compattezza dovrebbe essere assicurata con Bernardini e Mantovani e Vitale sulla fascia sinistra. Bocciato per ora Schiavi. Centrocampo più duttile con Della Rocca forse al posto di Busellato e Odjer che agira sempre tra difesa e attacco con la solita esuberanza che gli sta facendo guadagnare punti preziosi. Quello che sconcerta di più contro il Vicenza è il pubblico che è dimezzato rispetto alla gara contro il Verona. Poco più di diecimila presenze che rappresentano, forse, il primo flop stagionale. Ma va considerata anche la giornata feriale ed il giorno, venerdì, che solitamente non tira molto quando è in programma una partita di calcio. Anche se in campo scende la Salernitana

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.