Pizzeria Betra Salerno

Sannino blinda Donnarumma e aspetta il mercato: “Scegliamo giocatori pensando ad equilibri”

Il tecnico chiaro su Calaiò: "E' fortissimo ma noi abbiamo anche una coppia importante lì davanti, in una rosa servono anche degli equilibri"

Diversi gli argomenti toccati da mister Beppe Sannino in conferenza a Sarnano. Partendo dal campo, dalla tattica all’approccio con i calciatori, le regole e tutto ciò che si sta vivendo nel ritiro dei granata:

“Ci sarà da sudare per riprendere quei movimenti, quella corsa lasciata a maggio. Nei ritiri diciamo sempre le stesse cose, le stesse parole, il ritiro serve per conoscerci, lavorare con il nuovo allenatore, è un periodo conoscitivo sotto l’aspetto caratteriale e delle personalità.

“Ai ragazzi ho detto che io non butto mai via niente, sono sempre disposto ad aiutare, si possono sbagliare anche due o tre partite però poi c’è un campionato e una società, una tifoseria, io dinanzi a loro devo essere sempre con la coscienza a posto e mettere in campo chi rende di più”.

“Qui a Salerno di intoccabili non c’è nessuno, non mi sentirete mai dire “mancava questo”, per me sono importanti quelli che ho. Per adesso abbiamo provato il 4-4-2, lavoriamo sulla linea a 4 che per me è la base. In campo voglio poca frenesia, se non si capisce si chiede. Il rapporto tra me e i calciatori deve essere di conoscenza, il fatto che io pretenda deve essere una garanzia per tutti, io non lascio perdere o faccio finta di non vedere, per quello si poteva prendere un altro tipo di allenatore”.

“Abbiamo fatto un regolamento, lo hanno fatto i giocatori, ho voluto che fossero loro stessi a mettere i paletti. I soldi delle multe? Intanto da allenatore mi accerterò di quanti ne sono così magari un prestito – scherza Sannino – i giocatori sanno che andranno in beneficenza”.

Inevitabilmente il discorso cade anche sul mercato, in entrata e sulle voci in uscita, il tecnico parla di equilibri anche nelle scelte dei giocatori da prendere e blinda Donnarumma:

“C’è una società che sta monitorando il mercato, per giocare poi con sistemi più confacenti in base ai giocatori che ho. Parlo con il direttore e il presidente, ci confrontiamo, questo rosa va ancora allestita soprattutto con gli over e gli under, servono over importanti e under all’altezza della situazione. Calaiò è un giocatore importantissimo, di grande caratura, l’ho visto giocare anche quest’anno. Però non ci fissiamo solo su quelli del mercato, noi abbiamo già una rosa da integrare, dobbiamo capire come farlo al meglio. Ci sono anche delle personalità che devono interagire tra loro, per farci capire, non possiamo avere 3 Calaiò in un reparto, bisogna avere anche un Calaiò che deve crescere, chi vuole capire capisce.

“Abbiamo una coppia importante, ce la invidiano e dobbiamo integrarla con giocatori che non creano degli scompensi ma che aiutino al momento giusto la squadra e al momento giusto questi due ragazzi”.

Nel dettaglio il mister parla di Donnarumma: “Io sono felicissimo che Alfredo sia con noi, con lui parlo tanto. Sono orgoglioso di vederlo allenare, secondo me può fare molto di più di quanto espresso perchè ha grandi qualità, così come Coda”.

Sannino parla anche di Caccavallo: “Ha grandi qualità tecniche ma nella vita per fare un salto importante non serve sempre giocare per le qualità che hai ma prendere quello che non si ha. Lui è istintivo, se riesce a entrare in uno spartito con le sue qualità è un giocatore importante, l’ho detto anche lui, da qui a quando partirà il campionato ci sono tanti giorni, mi auguro possa crescere come gli altri. Lui ha grande corsa, è un esterno ma può fare anche la terza punta”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.