Pizzeria Betra Salerno

Sandro contro Alessandro, è sfida tra generazioni all’Arechi

Rosina esordiva in A, Tonali aveva 3 anni, ora potranno trovarsi uno davanti all'altro nel match di lunedì

Sandro contro Alessandro, sfida tra generazioni, ruoli, tempi, storie. Salernitana-Brescia potrebbe essere proprio la loro sfida, potrebbe perchè mentre Sandro Tonali è inamovibile al centro del reparto nevralgico, in casa granata si studia qualcosa di diverso e la novità può arrivare proprio dall’innesto di Alessandro Rosina. Il fantasista granata è tornato a calcare il campo nel match del Tombolato, gol e prestazione che non sono bastati alla Salernitana per uscire indenni da Cittadella. Il riscatto è vicino e pare possa passare proprio per l’Arechi. Non è segreto, infatti, che Colantuono stia pensando di far partire sin da subito il calabrese davanti alle due punte. Ruolo leggermente più arretrato quello di Sandro Tonali, il ragazzo classe 2000 che ha addosso gli occhi di tutto il calcio italiano e non solo. Per caratteristiche e movenze, lo chiamano l’erede di Pirlo, forse perchè anche il “maestro” è partito dalla Leonessa per entrare poi  a pieno ritmo nella massima serie. Quando Tonali aveva solo tre anni, Alessandro Rosina esordiva in A, la sua prima gara, sette minuti con la maglia del Parma e davanti la Juventus. Storie incrociate, ovviamente, di calciatori con epoche diverse ma entrambi sanno dare “del tu” al pallone. Come sempre tutto è nei piedi di chi ha fantasia.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.