Taste - Sapori Mediterranei

Sentenza senza precedenti a Salerno, genitori bimba autistica vincono causa contro l’Asl

Il 22 dicembre il giudice ha pronunciato la sua sentenza. Il padre della piccola, affetta di autismo infantile: "L'ordinanza dovrebbe rappresentare il grido dei genitori e la sufficienza con la quale l’Asl affronta l’autismo"

Federica D'Ambro

La famiglia di una bambina autistica di 6 anni vince una lunga causa in Tribunale contro l’Asl di Salerno.

“La Asl dovrà fornire alla famiglia Naddeo le risorse economiche necessarie per garantire le esigenze di continuità del trattamento ABA con il supervisore fino alla effettiva presa in carico della minore presso il centro con la presenza del supervisore garantito”. Queste le parole del giudice durante la sentenza emessa il 22 dicembre. A dare risalto alla notizia è stato il sito Pernoiautistici.com che ha seguito passo passo la battaglia della famiglia.

La prima volta che la famiglia Naddeo ha varcato le porte del Tribunale di Salerno era nell’ottobre del 2015, quando chiamava in causa l’Asl di Salerno per chiedere che istituissero una equipe professionale per seguire la figlia Giorgia secondo le linee guida riconosciute dalla regione Campania. L’Asl ha fatto ricorso, ma il 22 dicembre 2016 il giudice ha dato ragione a Giorgia.

Queste le parole di Vittorio Naddei, padre di Giorgia: “Questa battaglia ha messo a nudo il sistema fallimentare dei centri accreditati. L’ordinanza dovrebbe rappresentare il grido dei genitori e la sufficienza con la quale l’Asl affronta l’autismo. Abbiamo vinto, ma l’Asl capirà che ha perso? Certamente noi l’aiuteremo.”

Dunque una vittoria più personale che giuridica.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.