Taste - Sapori mediterranei

“Salerno, un balzo indietro agli anni ‘70″

Legambiente "Orizzonti" e la Fiab contro l'iniziativa lanciata da Salerno Mobilità che consente il giovedì la sosta gratuita sul lungostrada cittadino e la riduzione del tariffario per il Park Concordia

3A8757D8-CC5C-459C-9AA7-CBCB05D44307

“E’ a nostro parere un grave errore chi incentiva l’uso dell’auto per recarsi in centro, con conseguente peggioramento della vivibilità della città e della qualità dell’aria, una scelta miope e controproducente”.

Si legge nella nota congiunta di Legambiente Salerno “Orizzonti” e la Fiab in merito alla nuova iniziativa lanciata da Salerno Mobilità. “A pochi giorni della giornata mondiale #fridayforfuture, tramite la quale giovani studenti di tutto il mondo, con miglia di adesioni anche in Italia, chiedono ai governi un maggiore impegno contro il cambiamento climatico il comune di Salerno in assoluta controtendenza, lancia tramite la propria società controllata per la mobilità, l’iniziativa parcheggi gratis per il rilancio della movida, incentivando l’uso dell’automobile in città con un incremento dell’inquinamento e il conseguente peggioramento dell’aria che respiriamo”.

mobilità bicicletta pista ciclabile salerno
“Alla già contraddittoria iniziativa, si aggiunge un primo week end da incubo per il traffico cittadino, considerate le lunghe file di auto dirette verso il centro per trascorrere la giornata in città o per il rientro dal primo week end di primavera. Le associazioni ambientaliste Legambiente Salerno “Orizzonti” e la Federazione Amici della Bicicletta di Salerno che ormai da anni protestano contro la mancanza di politiche per la mobilità sostenibile, criticano fortemente l’iniziativa sia nel merito sia per la scarsa sensibilità educativa nei confronti delle giovani generazioni salernitane”.

“Il comune di Salerno, con una visione auto-centrica da anni ’70, sembra ignorare gli innumerevoli studi e statistiche secondo cui il commercio trae molti più benefici da politiche che limitano l’accesso delle auto, dando più spazio alla pedonalità e al trasporto pubblico”.

“Di conseguenza in questi ultimi anni si è continuato a dare agli automobilisti segnali di mancanza di controllo, assecondando il parcheggio selvaggio e il fenomeno della doppia fila, comportamenti che nel loro insieme contribuiscono ad aumentare il traffico e l’inquinamento. E se tale accondiscendenza, comporta un peggioramento delle condizioni di vivibilità, in termini di salute e sicurezza, nemmeno si aiuta il commercio, anzi si contribuisce a metterlo ancora più in crisi”.

Per Legambiente e Fiab è necessario ed urgente dare una svolta verso politiche di mobilità sostenibile effettuando scelte necessarie per la migliorare la vivibilità cittadina e “nello specifico, si abbandoni l’iniziativa di Salerno Mobilità rafforzando il traporto pubblico, prevedendo delle navette di collegamento con i principali parcheggi d’interscambio, ampliando le fasce orarie, premiando i giovani che scelgono una mobilità sostenibile con gadget, convenzioni sconto con i locali. Questo passo sarebbe un segnale di cambiamento importante per una città che si accinge a redigere il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile PUMS e un fortissimo messaggio di sostegno per le nuove generazioni di giovani salernitani”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.