Taste - Sapori mediterranei

Salerno, quattro colpi con pistola giocattolo: arrestato rapinatore seriale

L'uomo, 36enne salernitano, ha cercato rifugio all'interno di un'attività a Salerno, dove la Squadra mobile ha fatto irruzione per arrestarlo.

salernomercatello-680x365

SALERNO. Pistola giocattolo e più di quattro rapine messe a segno nelle ultime settimane tra Salerno e Pontecagnano. Arrestato Giuseppe D’Elia, 36enne salernitano.  Come si legge anche sul quotidiano Le Cronache, D’Elia è stato fermato e arrestato ieri, dalla Squadra Mobile di Salerno, dopo aver messo a segno un ultimo colpo al supermercato Decò di via Italia a Pontecagnano.

Secondo una prima ricostruzione il 38enne, subito dopo il colpo, ha tentato di mettersi in fuga all’interno di un negozio di via Trento a Salerno. La squadra Mobile, che era già su i suoi passi, ha sfondato la vetrina del negozio ed ha arrestato l’uomo. D’Elia non ha potuto far altro che ammettere le sue responsabilità. Attualmente è accusato di aver rapinato il tabacchi in via Portanova a Salerno, alcuni market a Cava de’Tirreni, Battipaglia e Pontecagnano.

LA RICOSTRUZIONE DELLA SQUADRA MOBILE. Nel pomeriggio di ieri, 12 agosto, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Salerno hanno effettuato un servizio di monitoraggio e pedinamento a distanza dell’autovettura di una persona sospettata di essere l’autore di alcune rapine commesse nelle ultime settimane a Salerno e in alcune città della provincia. In particolare, alle 16.00 circa, il veicolo della persona attenzionata era segnalato fermo in una zona di Pontecagnano e a distanza di pochi minuti si aveva notizia che proprio al Corso Italia, presso un supermercato, era stata consumata una rapina a mano armata ad opera di un individuo travisato.

Pertanto, gli agenti si ponevano immediatamente alla ricerca del sospettato intercettando poco dopo l’autovettura utilizzata per la rapina, che stava percorrendo velocemente la strada urbana in direzione di Salerno, riuscendo a bloccarla poco dopo nel rione Mercatello di Salerno. L’uomo alla guida veniva quindi fermato ed identificato per D.E.G., di anni 36, residente a Salerno, incensurato, e trovato in possesso della refurtiva della rapina appena consumata, mentre nell’autovettura veniva rinvenuta una pistola “scacciacani” priva del tappo rosso e gli indumenti utilizzati per camuffarsi durante il colpo. L’uomo veniva tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, associato alla casa circondariale di Salerno, a disposizione dall’Autorità Giudiziaria, in attesa del giudizio di convalida dell’arresto.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.