Taste - Sapori Mediterranei

Salerno Pulita ha un nuovo amministratore, è Vincenzo Bennet

“Salerno Pulita non sarà privatizzata ma potenziata. Servono risorse e non le chiederemo al Comune ma sfrutteremo le possibilità offerte dalla legislazione nazionale in materia di sgravi fiscali per investimenti. Inoltre puntiamo a migliorare la produttività dell’impianto di compostaggio per aprirci al mercato e aumentare il fatturato di un ulteriore 20% cosi come ci consente la legge”.

“Salerno Pulita non sarà privatizzata ma potenziata. Servono risorse e non le chiederemo al Comune ma sfrutteremo le possibilità offerte dalla legislazione nazionale in materia di sgravi fiscali per investimenti. Inoltre puntiamo a migliorare la produttività dell’impianto di compostaggio per aprirci al mercato e aumentare il fatturato di un ulteriore 20% cosi come ci consente la legge”.

Questi, in sintesi, i principali obiettivi programmatici di Vincenzo Bennet, neo amministratore unico di Salerno Pulita, illustrati agli organi di informazione al termine dell’assemblea della società per azioni (il Comune era rappresentato dall’assessore Della Greca), che ha approvato il consuntivo finanziario 2020 e ratificato la sua nomina.

“L’impianto di compostaggio – ha specificato Bennet – resta a Salerno Pulita, combatteremo per questo. E’ una risorsa e se massimizziamo al massimo l’attività produttiva recupereremo la disponibilità finanziaria che ci serve”.
All’incontro ha partecipato pure l’amministratore uscente Antonio Ferraro. “Ferraro – ha detto Bennet – ha fatto un ottimo lavoro, le voci di bilancio sono migliorate. Continuerò l’attività di miglioramento aziendale da lui iniziata, investendo sui giovani e sulle risorse interne”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.