Assistenza computer salerno e provincia

Salerno: il benvenuto al nuovo Prefetto Scolamiero

Faremo il possibile per questa fantastica terra" - FOTOGALLERY

Federica D'Ambro

Giornata di incontri istituzionali per il neo Prefetto di Salerno Antonella Scolamiero, che ieri, ha incontrato giornalisti e stampa, per dare il benvenuto in città. Di nuovo una donna forte a dirigere la prefettura, una donna entusiasta di essere a Salerno, una donna che si ritiene il prefetto non solo della città di Salerno ma soprattutto della Provincia Salernitana. Lei stessa esprime la passione che ha verso il mare e verso la nostra terra. E sorridendo si stupisce si come in poche ore il mare sia stato già la sua cura per l’insonnia.
“Vivete in un paradiso terrestre e non ve ne rendete conto, -dichiara il Prefetto- tutti conoscono Salerno anche se non ci sono mai stati e viste le mie origini, per me è un onore essere qui”
La Scolamiero è romana, ha prestato la maggior parte del suo servizio a Viterbo, ma le sue origini sono ben altre, il nonno è originario di Castelnuovo di Conza. Quest’ultimo venne in Campania, con i pochi averi dell’epoca, e si è costruì un mondo dal nulla, per lei e per la sua famiglia, è un onore tornarci da Prefetto, per rendere degno il nome del suo “migrante”.
È in città da poco più di 24 ore, ed è già innamorata dell’odore e del rumore del mare, dei nostri piatti, e del sorriso delle persone. Giustamente, la sua non è una vacanza, e infatti ha già iniziato a prendere le redini, incontrando il sindaco f.f. Enzo Napoli, che le ha fatto da Cicerone nei posti storici salernitani, e colto l’occasione per confrontarsi sulle problematiche che sono evidenti.
Il nuovo prefetto incrocia le dita, mostrando una penna portafortuna, e esponendo quali saranno i punti principali del suo lavoro: migranti, e sociale.
“Riuscire a costruire un rapporto sinergico con le altre istituzioni è il mio primo obiettivo, come sicuramente la questione degli immigrati. -dichiara la Scolamiero- Io credo nei giovani, nel sociale, nelle istituzioni, nella protezione civile, e noto con piacere che a Salerno sono molti i giovani interessati a queste tematiche. Non sarò solo il Prefetto di Salerno, ma di tutta la provincia salernitana. I problemi più grandi, tante volte, si nascondono nei comuni più piccoli, ed è lì che cadrà il mio interesse”.
In queste prime ora, si è già confrontata con l’ex Prefetto Maria Grazia Pantalone, per ringraziarla per il lavoro svolto in precedenza. Ancora nessun incontro con il neo governatore Vincenzo De luca, che sicuramente riuscirà ad incontrare nei prossimi giorni. La prossima settimana sarà a Napoli per incontrare i prefetti della altre province campane perché c’è bisogno di dare ulteriore accoglienza.
“Oltre il mio evidente interesse per il sociale, c’è una questione che è di maggiore importanza, quella dei migranti. Infatti dal Ministero degli Interni è già arrivata la richiesta di maggiore disponibilità di accoglienza, di posti letto, sia per la Campania, ma con particolare attenzione, per la provincia di Salerno. Un prefetto non ha la bacchetta magica ma, personalmente, mi impegnerò per vincere questa sfida”.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.