Taste - Sapori Mediterranei

Salerno, bimbi maltrattati: condannata baby sitter

Grazie alle testimonianze dei bambini dopo circa due anni di maltrattamenti, la baby sitter è stata condannata a 2 anni e mezzo di reclusione

Federica D'Ambro

Condannata a due anni e mezzo di reclusione per maltrattamento su minori. Si tratta di una donna, baby sitter di professione, 45enne e di origini ucraine. Valentyna Ryabhoshapka all’apparenza era sembrata una persona materna e coscienziosa ad una coppia di professionisti salernitani. Solo dopo, i coniugi si sono accorti che in loro assenza i bambini erano tutt’altro che accuditi, anzi venivano maltrattati al punto da lasciarli anche senza mangiare. I racconti dei bimbi, raccolti prima dai genitori e poi in un incidente probatorio davanti all’autorità giudiziaria, sono stati ritenuti credibili dal giudice monocratico Ornella Dezio, che nei confronti della baby sitter ha emesso una sentenza di condanna a due anni e mezzo per il reato di maltrattamenti. Come rivela il quotidiano La Città.

Secondo la ricostruzione del sostituto procuratore Roberto Penna è emerso che il bimbo più piccolo, che all’epoca aveva tre anni, veniva schiaffeggiato, rimproverato e che di frequente saltava i pasti. Mosi simili sarebbero stati utilizzati anche nei confronti degli altri due bambini, di dieci e undici anni.
Atteggiamenti che secondo il magistrato erano dovuti all’alcol perché secondo gli inquirenti la donna aveva in quel periodo l’abitudine di bere e lo avrebbe fatto anche mentre era al lavoro, quando avrebbe dovuto preoccuparsi di rassettare la casa e accudire i bambini.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.