Assistenza computer salerno e provincia
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, volée Di Tacchio: Padova sotto (1-0 pt)

"Arechi", i primi 45': è il super mancino dell'ex centrocampista irpino a decidere un match caratterizzato soprattutto dal gran caldo. Sostituito l'arbitro Di Paolo

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-PADOVA 1-0

SALERNITANA. Micai, Anderson, Djuric, Gigliotti, Di Tacchio, Casasola, Akpa Akpro, Schiavi, Castiglia, Bocalon, Perticone. A disp.: Vannucchi, Pucino, Vitale, Mantovani, Odjer, Di Gennaro, Vuletich, Migliorini, Orlando, Andersson, Jallow, Mazzarani. All.: Colantuono
PADOVA. Merelli, Contessa, Trevisan, Pulzetti, Capelli, Ravanelli, Cappelletti, Bonazzoli, Capello, Salviato, Clemenza. A disp.: Perisan, Ceccaroni, Minesso, Guidone, Sarno, Zamabataro, Broh, Marcandella, Belingheri, Vogliacco, Della Rocca, Mandorlini. All.: Bisoli.

ARBITRO. Di Paola di Avezzano (sostituito al 12′ del primo tempo dal quarto uomo: Federico Dionisi).
MARCATORE. 26′ Di Tacchio
NOTE. Ammoniti: Schiavi, Capello, Djuric; calci d’angolo: 3-1; minuti di recupero: 7′.

E’ la volée di Di Tacchio a decidere in favore della Salernitana il “caldo” match con il Padova. PRIMO TEMPO. Il primo sussulto è targato Aleandro Di Paolo. Al minuto sette, infatti, l’arbitro di Avezzano è vittima di un infortunio muscolare (lo sostituisce il quarto uomo, Federico Dionisi). Tra i ventidue contendenti prosegue la lunga fase di studio. A svegliarsi per prima, dal torpore generale, è la Salernitana. Giro di lancette diciotto, Bocalon trova sulla sua strada un avversario di troppo prima di concludere verso lo specchio della porta avversaria. Ci prova anche di Tacchio nel cuore dell’area di rigore, sinistro respinto. Non perdon l’ex centrocampista dell’Avellino al 26′. Calcio d’angolo arretrato e conclusione chirurgica dalla lunga distanza per il punto dell’uno a zero. Rispondono i veneti sei minuti più tardi. Salviato non trova impreparato Micai. Da calcio piazzato tocca a Gigliotti, granata a centimentri dal raddoppio. Sul finire del tempo è il turno di Casasola, anche il difensore non è assistito dalla giusta precisione. Torna a farsi vedere il Padova. Il diagonale di Capello termina fuori. Ad un secondo dal duplice fischio ghiottissima chance per Akpa Akpro in campo aperto. Il francese, ad un passo dall’estremo difensore veneto, non trova la forza per chiudere la gara.

Assistenza computer salerno e provincia
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.