Pizzeria Betra Salerno

Salernitana: i tre punti per fare un bel salto in classifica

Classifica ancora cortissima all'ottava giornata di B

Enzo Sica

Ascoli crocevia importante per il futuro della Salernitana. Senza se o ma la gara contro i marchigiani all’Arechi, anticipo dell’ottava giornata di B, rappresenta davvero qualcosa di importante. Una vittoria proietterebbe la Salernitana nella parte sinistra della classifica, una classifica al momento cortissima nella quale la capolista Frosinone ha solo 14 punti. Pochini se si pensa che nello scorso campionato la capolista Cittadella aveva ben 21 punti. Insomma tutti sono nel calderone. Non ci sono squadre che rischiano, non ci sono compagini che non possono aspirare alla griglia play off.
La Salernitana fa parte di una schiera di squadre che può puntare tranquillamente in alto. La rosa certamente di qualità (oltre che di quantità) in mano ad Alberto Bollini rappresenta una sicura garanzia. E’ chiaro che in otto gare non ci si può sbilanciare, fare pronostici frettolosi. Quello che emerge è una Salernitana tonica, galvanizzata anche dal pareggio in rimonta di Parma che è stato bene accetto e che ha contribuito anche a trascorrere una settimana di relativa calma e tranquillità. D’altro canto le tante critiche che si muovono a questa squadra non sono poggiate su fondamenti importanti. Se finora una sola volta, a Carpi, la squadra è caduta qualcosa vorrà pur dire. Dunque i tanti <soloni> che non fanno altro che gettare ombre anche sinistre su questa squadra, sul tecnico, sulla stessa società prima di emettere sentenze dovrebbero fare un esame di coscienza. E pensare anche che si può criticare ma costruire in questo momento è la cosa migliore.
Tornando alla gara contro l’Ascoli Picchio Bollini avrà in campo anche il “ministro della difesa”, Bernardini. Recuperato a tempo di record anche in vista delle prossime gare che in questo mese di ottobre saranno tante e di indubbio spessore. Cambiando anche modulo con Sprocati, trequartista dietro le due punte Bocalon e Rodriguez la squadra anche con un centrocampo robusto e di spessore potrebbe acquisire tante certezze. Ed anche nel reparto arretrato con Vitale che tornerà sull’out sinistro ci sarà più copertura.
Peccato per i tifosi, pochi i biglietti venduti finora a testimonianza del fatto che l’inizio in sordina non porta certamente guadagni alla società. Però c’è anche da dire che chi ama la Salernitana la segue sempre nella buona ed anche nella cattiva sorte. E non solo quando ci sono gare di cartello. A buon intenditor…
di Enzo Sica.
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.