Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana terza, decide Cicerelli: Frosinone ko (1-0)

L'ex Foggia entra nella ripresa e piega i ciociari con un delicato destro a giro

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-FROSINONE 1-0 (0-0)

SALERNITANA. Belec, Mantovani (46’ Jaroszynski), Gyombér, Veseli, Kupisz, Coulibaly (18’ Capezzi), Di Tacchio, Kiyine (72’ Djuric), Casasola, Anderson (46’ Cicerelli), Tutino (82’ Schiavone). A disp.: Adamonis, Micai, Sy, Boultam, Barone, Antonucci, Kristoffersen. All.: Castori.
FROSINONE. Bardi, Brighenti (85’ D’Elia), Szyminski, Capuano, Zampano, Gori, Carraro, Kastanos, Brignola (77’ Parzyszek), Novakovich (57’ Iemmello), Vitale (46’ Ciano). A disp.: Iacobucci, Marcianò, Curado, Salvi, Maiello, Rohden, Tribuzzi, Ariaudo. All.: Grosso.
MARCATORE. 55’ Cicerelli.
ARBITRO. Ayroldi di Molfetta.
NOTE. Ammoniti: Anderson, Vitale, Gori, Zampano, Di Tacchio, Jaroszynski, Brighenti; calci d’angolo: 3-4; minuti di recupero: 3’ pt 3’ st.

Salernitana terza, decide Cicerelli: Frosinone ko. L’ex Foggia entra nella ripresa e piega i ciociari con un delicato destro a giro LA PARTITA. Davvero poco da segnalare durante i primi dieci giri di lancette. Tanto possesso palla, qualche timido tentativo dei laziali e padroni di casa ancora in attesa di scuotersi nonostante Castori abbia puntato sull’estro di Kiyine e Anderson. Il tecnico di Tolentino deve fare a meno della sua pedina chiave nella zona mediana. Coulibaly, toccato duro da Vitale, è costretto a lasciare il manto erboso dell’Arechi. Dentro Capezzi. Trascorrono altri dodici minuti e di conclusioni verso lo specchio della porta nemmeno a parlarne. Portieri inoperosi, ma la pressione dei ciociari imbriglia Di Tacchio e compagnia. Il primo squillo, però, è proprio dell’undici granata. Controllo suntuoso e assistenza pregevole di Tutino per l’arrivo dell’ex Lazio, piatto sinistro e sfera di qualche centimetri lontano dal gonfiare la rete. Dall’altra parte è bravo Mantovani a murare Brignola sul più bello. Nove al termine, passaggio arretrato di Szyminski, Bardi scivola e tocca (tra petto e braccio) per evitare il tocco vincente di Tutino. Calcio piazzato nel cuore dell’area di rigore ed il numero uno del Frosinone, con il sostegno di una barriera non a distanza regolamentare, frena Anderson. Ad un passo dal duplice fischio, si rivedono i ragazzi di Grosso. Da rivedere il destro di Zampano. Vuole chiudere avanti la formazione campana. Cross di Kiyine, l’estremo difensore ciociaro dice no per ben due volte prima a Tutino e poi a Casasola. Si riparte. Castori cambia ancora. Tocca a Jaroszynski e Cicerelli. Sotto la doccia Mantovani e Anderson. L’ex Foggia (55’) timbra il cartellino. Palla recuperata in mediana. Tutto di prima: da Ticchio a Kupisz, passando per Tutino, con il numero che a giro fulmina Bardi. Si fanno sotto di giallazzurri. Errore di Gyomber, il nuovo entrato Iemmello non colpisce. Quindici al triplice fischio di chiusura. Casasola apre per Cicerelli. Il copione ricorda l’azione della rete dell’uno a zero, sfera di un niente sopra la traversa. Ultimissimi minuti. E’ finita, tre punti d’oro a sei giornata dal termine del torneo cadetto.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.